Viterbo: Incidenti “gonfiati” per truffare le assicurazioni

Denunciati due fisioterapisti e il titolare di uno studio di consulenza per infortunistica stradale

Viterbo - Fontana dei Leoni ImcIncidenti “gonfiati” per truffare le assicurazioni. Sarebbe questo il sistema messo in piedi dal titolare di uno studio di consulenza per l’infortunistica stradale, con la complicità di due fisioterapisti, tutti denunciati per truffa aggravata.

L’indagine della squadra di polizia giudiziaria della stradale, coordinata dal comandante Federico Zaccaria, era iniziata nei mesi estivi. Venerdì mattina, la perquisizione nello studio di consulenza, poi proseguita a casa del titolare e negli studi dei due fisioterapisti. Gli agenti hanno scoperto un giro di fatture false per prestazioni mediche inesistenti e sedute di terapia mai effettuate. Non solo. Dagli accertamenti della polstrada, sarebbe emersa anche una società fantasma, non iscritta alla Camera di commercio, costituita dagli indagati per richiedere i rimborsi per l’assistenza domiciliare agli infortunati. Il tutto allo scopo di presentare alle assicurazioni una corposa richiesta di indennizzo, sostenuta da certificazione sanitaria.

Il sistema sarebbe stato applicato ad almeno una decina di incidenti, con almeno sei compagnie assicurative raggirate in due anni. Proprio la denuncia di una delle agenzie aveva messo in moto gli investigatori.

Fonte: TusciaWeb (Articolo originale)

Related posts

Top