VITTORIA ASSICURAZIONI, PRIMO TRIMESTRE 2013: FORTE BALZO DELL’UTILE NETTO

La sede di Vittoria Assicurazioni IMC

Premi Rami Danni lavoro diretto: 229,3 milioni di euro (+8,9%). Premi Rami Vita lavoro diretto: 32,1 milioni di euro (-0,7%)

La sede di Vittoria Assicurazioni IMC Il cda di Vittoria Assicurazioni (nella foto, la sede), riunitosi nella giornata di ieri per esaminare i risultati del 1° trimestre 2013, ha approvato il resoconto intermedio di gestione.

Il consuntivo al 31 marzo 2013 presenta un utile netto di Gruppo pari a 15,8 milioni di euro contro 12,1 milioni di euro dell’analogo periodo dell’anno 2012 (+29,9%). Il patrimonio netto di Gruppo ammonta a 456,2 milioni di euro, con un incremento del 3,2% rispetto all’importo di 442,1 milioni di euro rilevato al 31 dicembre 2012 a seguito degli utili conseguiti nel periodo.

Il risultato del segmento assicurativo ammonta a 27,4 milioni di euro, con un incremento del 29,2% rispetto ai 21,2 milioni registrati nel primo trimestre 2012. Tale risultato – si legge in una nota – è riconducibile principalmente all’apporto dei Rami Danni, il cui combined ratio è passato da 93,9% a 92,1%.

I premi contabilizzati al 31 marzo 2013 ammontano a 261,5 milioni di euro (+7,6% rispetto ai 243 milioni al 31 marzo 2012). La crescita, informa Vittoria Assicurazioni, “è attribuibile alla prosecuzione del programmato piano di sviluppo che, nel trimestre, ha portato a incrementare di 7 unità la Rete Agenziale“.

I premi del lavoro diretto dei Rami Vita ammontano a 32,1 milioni di euro, in calo dello 0,7% rispetto a quelli dell’analogo periodo 2012. I premi del lavoro diretto dei Rami Danni sono risultati pari a 229,3 milioni, con un incremento del 8,9%. In particolare:

  • I premi dei Rami Auto evidenziano uno sviluppo del 6,3%;
  • I premi riferiti ai Rami Elementari sono aumentati del 18,3%;
  • I premi riferiti ai Rami Speciali sono aumentati del 5,2%.

Il rapporto sinistri a premi dei Rami Danni, al 31 marzo 2013 si attesta al 65,4% (68,2% al 31 marzo 2012).

Al 31 marzo 2013, infine, la Capogruppo presenta un utile netto civilistico pari a 17,5 milioni di euro, con un incremento del 18,8% (14,7 milioni di euro nel primo trimestre 2012).

Intermedia Channel

Related posts

Top