Willis Towers Watson Welfare Roadshow, resoconto della tappa di Torino

Willis Towers Watson Welfare Roadshow - Torino 2016 Imc

Willis Towers Watson Welfare Roadshow - Torino 2016 Imc

Willis Towers Watson, società leader a livello globale nella consulenza e nel brokeraggio, sta organizzando nel primo trimestre dell’anno un roadshow nelle principali città italiane per approfondire i temi relativi ai “Flexible Benefits”, a seguito delle novità introdotte a fine dello scorso marzo con la firma del decreto attuativo dei commi della Legge di Stabilità 2016. La normativa definisce la nuova disciplina fiscale del premio di risultato e le implicazioni in termini di welfare aziendale.

All’invito alla tappa di Torino (nella foto, un momento dei lavori), tenutasi allo Juventus Stadium nei giorni scorsi, hanno aderito oltre ottanta responsabili delle Risorse Umane e consulenti di importanti aziende multinazionali italiane e estere. Un’occasione di aggiornamento dedicata al tema del welfare aziendale “come opportunità per rispondere ai nuovi bisogni delle persone, accrescendo il benessere individuale e familiare della popolazione”.

La significativa affluenza all’evento torinese, evidenzia Willis Towers Watson, “è l’ennesima dimostrazione dell’avanguardia nella progettazione, realizzazione e gestione dei piani flex della multinazionale in tema di welfare e della necessità da parte delle aziende di avere una adeguata formazione e consulenza in merito alla nuova normativa che consente di accrescere il benessere individuale e familiare della popolazione”.

Barbara Ambrogioni, Head of Flexible Benefits di Willis Towers Watson, ha indagato e risposto ai quesiti più importanti, quali la possibilità per il dipendente di godere di agevolazioni fiscali sulle somme erogate come premio di risultato, la modalità di conversione di elementi retributivi in welfare, l’ampiamento delle tipologie di servizi erogabili.

“La Legge di Stabilità, consentendo la “welfarizzazione” del Premio di Risultato e la contrattualizzazione dei piani Flexible Benefits con le Rappresentanze Sindacali, ha il chiaro intento di incentivare le aziende a percorrere con sempre maggiore convinzione la strada del welfare – ha sottolineato Ambrogioni –. Quest’ultimo non sarà più una prerogativa delle grandi multinazionali ma potrà essere un’opportunità concreta anche per le PMI”.

Andrea Scaffidi, Senior Consultant di Willis Towers Watson, ha ricordato che “le novità della Legge di Stabilità hanno una portata che non si riduce al solo premio di risultato (PDR), ma permettono idealmente di offrire piani di welfare a tutta la popolazione aziendale travalicando i limiti quantitativi previsti per il PDR. Il respiro del nuovo quadro normativo permette infatti di inserire a pieno titolo il welfare come un elemento sistemico del reward aziendale anche mediante una rivisitazione dell’attuale politica retributiva”.

Sergio Spinelli, Head of Human Resources della Juventus, ha spiegato il piano Flex adottato dalla società sportiva bianconera: “Juventus già nel 2012 ha deciso di dotarsi di un piano di Welfare attraverso i Flexible Benefits. A seguito del successo dell’iniziativa ormai consolidata e alla luce delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità, la Società sta valutando l’estensione degli ambiti di applicazione del piano”.

I lavori della giornata sono stati conclusi da Cesare Lai, Head of Health & Benefits di Willis Towers Watson e Uberto Ventura, Managing Director di Willis Towers Watson, che hanno rilevato come “questo comparto pone il Gruppo come il player più all’avanguardia tra i suoi concorrenti a livello internazionale. WTW crede nel successo degli investimenti rivolti al capitale umano”.

Intermedia Channel

Related posts

Top