XL Catlin nomina Sonja Ochsenkuehn a capo dei programmi assicurativi globali

XL Catlin (2) HiRes

XL Catlin (2) HiRes

Il ramo assicurativo di XL Catlin ha annunciato lo scorso 10 luglio la nomina di Sonja Ochsenkuehn quale Head of Global Programs. I programmi assicurativi globali, ha spiegato il gruppo in una nota, costituiscono il nucleo dell’offerta di XL Catlin, il cui settore assicurativo l’anno scorso ha gestito il 70% dei quasi 3500 programmi globali a cui ha preso parte, disponendo l’emissione di oltre 18.000 polizze locali.

Per XL Catlin, Global Programs è quindi “un settore strategico di sviluppo”; negli ultimi anni, infatti, il Gruppo ha registrato “una crescita significativa di questo settore con il raddoppio dei programmi gestiti dal 2011”. Ochsenkuehn avrà il compito “di dare una spinta alle performance della rete e garantire che il servizio erogato sia ai vertici del settore”. Sarà direttamente responsabile della piattaforma dei programmi globali di XL Catlin – coordinando i team di New York, Londra, Zurigo, Città del Messico, Hong Kong, Nuova Delhi e Vienna – e riferirà a Philippe Gouraud, Global Head of Strategic Client & Broker Management di XL Catlin.

Ochsenkuehn, forte di 15 anni di esperienza nel settore assicurativo, proviene da AIG, gruppo per il quale ha recentemente ricoperto il ruolo di Head of Knowledge Strategy & Network Guidance.

“Siamo lieti di dare il benvenuto a Sonja nel nostro team Global Programs – ha commentato Gouraud –. Sonja vanta innumerevoli successi in ruoli di respiro internazionale e orientati all’innovazione. La sua nomina rientra nell’importante serie di investimenti in risorse umane che abbiamo intrapreso quest’anno a sostegno della crescita dei nostri settori relativi ai Programmi Internazionali e alle Captive”.

“Abbiamo assunto la decisione strategica di potenziare il nostro team – ha aggiunto Gouraud – perché siamo consapevoli che le esigenze dei nostri clienti sono mutevoli e stanno diventando sempre più complesse: ai rischi tradizionali associati ai programmi property e casualty, si aggiungono infatti i rischi derivanti dal terrorismo, dall’interruzione delle catene di fornitura nonchè i rischi informatici e socio-politici”.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top