XL Group, gli azionisti approvano l’accordo di fusione con AXA

XL Group HiRes (2)

XL Group HiRes (2)Con una nota diffusa attraverso il proprio sito istituzionale, XL Group ha reso noto che i suoi azionisti hanno approvato l’accordo di fusione che porterà AXA ad acquisire il 100% del gruppo assicurativo e riassicurativo operante su scala globale, soprattutto nelle soluzioni dei rami Danni a servizio delle imprese.

Il corrispettivo totale per l’acquisizione ammonterà a circa 15,3 miliardi di dollari. Secondo i termini stabiliti dalla transazione, che dovrebbe essere completata nel corso del secondo semestre 2018 ed è soggetta alle consuete condizioni di chiusura (incluse le necessarie autorizzazioni regolamentari), gli azionisti di Gruppo XL riceveranno 57,60 dollari statunitensi per ogni azione detenuta.

“Siamo soddisfatti della fiducia che gli azionisti hanno riposto a supporto di tutte le nostre decisioni, inclusa l’operazione con AXA – ha dichiarato l’amministratore delegato di XL Group, Mike McGavick. In AXA abbiamo trovato un partner affine impegnato nell’innovazione e nello sviluppo del nostro settore. Entrare a far parte di questo Gruppo rappresenta un’opportunità unica per aumentare la potenza e portata del nostro programma strategico. In considerazione del voto odierno, è chiaro che anche i nostri azionisti condividono questa stessa visione”.

Come già indicato ad inizio marzo, quando fu annunciato l’accordo di fusione tra le due realtà, al completamento dell’operazione le attività combinate di XL Group, AXA Corporate Solutions e AXA Art saranno guidate da Greg Hendrick, attualmente presidente e direttore operativo (COO) di XL Group, il quale sarà nominato CEO dell’entità congiunta e si unirà al Comitato di gestione del Gruppo AXA, riferendo a Thomas Buberl. L’attuale CEO di XL Group, Mike McGavick, diventerà vicepresidente delle attività Danni imprese di Gruppo e sarà consigliere speciale del CEO di AXA Buberl, per fornire ulteriore consulenza su questioni relative all’integrazione e ad altre questioni strategiche.

Intermedia Channel

Related posts

Top