Associazioni di CategoriaNews

ART. 34: LE MODIFICHE DI SNA E UNAPASS A CONFRONTO

I due sindacati aprono alla collaborazione fra iscritti alla stessa sezione.

Dopo la pubblicazione del decreto legge n.1 del 24 gennaio 2012 sulle liberalizzazioni, i sindacati di categoria Sna e Unapass si sono prodigati per proporre emendamenti per la sua conversione in legge. Molto si è discusso sull’art. 34, riferito all’obbligo di confronto delle tariffe Rc auto. Vediamo, nello specifico, come i due sindacati intenderebbero modificare l’articolo, rimandandovi per i commenti e le osservazioni degli stessi, ai rispettivi documenti che trovate sotto:

COSA DICE L’ARTICOLO 34 – Obbligo di confronto delle tariffe Rc auto

1. Gli intermediari che distribuiscono servizi e prodotti assicurativi del ramo assicurativo di danni derivanti dalla circolazione di veicoli e natanti sono tenuti, prima della sottoscrizione del contratto, a informare il cliente, in modo corretto, trasparente ed esaustivo, sulla tariffa e sulle altre condizioni contrattuali proposte da almeno tre diverse compagnie assicurative non appartenenti a medesimi gruppi, anche avvalendosi delle informazioni obbligatoriamente pubblicate dalle imprese di assicurazione sui propri siti internet.

2. Il contratto stipulato senza la dichiarazione del cliente di aver ricevuto le informazioni di cui al comma 1 è affetto da nullità rilevabile solo a favore dell’assicurato.

3. Il mancato adempimento dell’obbligo di cui al comma 1 comporta l’irrogazione da parte dell’ISVAP a carico della compagnia che ha conferito il mandato all’agente, che risponde in solido con questo, in una misura non inferiore a euro 50.000 e non superiore a euro 100.000.

LE PROPOSTE DI MODIFICA DEI DUE SINDACATI 

Per quanto riguarda il comma 1, l’Unapass chiede di sostituirlo in questo modo: «Chiunque intermedi o distribuisca servizi e prodotti assicurativi dei rami danni può, prima della sottoscrizione del contratto, informare il consumatore che ne faccia richiesta, in modo corretto, trasparente ed esaustivo, sulla tariffa e sulle altre condizioni contrattuali proposte da almeno tre diverse compagnie assicurative non appartenenti a medesimi gruppi, avvalendosi delle informazioni obbligatoriamente pubblicate dalle imprese di assicurazione sui propri siti internet qualora si avvalga della libera collaborazione con altri intermediari, o rappresenti più imprese, o svolga attività di mediatore ovvero distribuisca in forma diretta. E’ abrogato l’ultimo alinea del secondo comma dell’art. 109 del codice delle assicurazioni private. Le imprese di assicurazione informano i contraenti dell’esistenza del preventivatore Isvap ad ogni occasione utile, e riscontrano le richieste di informazione ai sensi dell’art. 35 Regolamento Isvap n. 35».

Il comma 2 cambierebbe in questo modo: «L’ Isvap entro sei mesi dall’entrata in vigore della presente legge determina con regolamento i meccanismi di funzionamento della formula tariffaria del bonus – malus basata sulla variazione in aumento o in diminuzione del premio applicato all’atto della stipulazione o del rinnovo del contratto di assicurazione, in relazione al verificarsi o meno di sinistri nel corso di un certo periodo di tempo, anche con riferimento alla valorizzazione della condotta di guida alla luce dell’introduzione della patente a punti».

Infine il comma 3: «Il mancato adempimento dell’obbligo di cui al comma 1 comporta l’irrogazione da parte dell’Isvap a carico della compagnia, che risponde in solido con l’intermediario, di una sanzione nella misura stabilita dall’art. 324 del decreto legislativo 209/2005»

Queste le proposte di modifica da parte dello Sna:

Comma 1: «Gli intermediari che distribuiscono servizi e prodotti assicurativi del ramo assicurativo Rc veicoli terrestri e natanti e dei rischi a esso accessori appartenente al ramo Cvt, sono tenuti,  prima della sottoscrizione del contratto, a informare il cliente, in modo corretto, trasparente ed esaustivo, sulla tariffa e sulle altre condizioni contrattuali proposte da almeno tre diverse compagnie assicurative, da essi rappresentate, non appartenenti a medesimi gruppi economico-finanziari, anche avvalendosi delle informazioni obbligatoriamente pubblicate dalle imprese di assicurazione sui propri siti internet. Le imprese saranno tenute a rilasciare il proprio mandato agenziale a quegli agenti che, per adempiere all’obbligo previsto dal presente comma, ne facciano richiesta, purché in possesso dei requisiti previsti dalla Legge. L’intermediario può assolvere all’obbligo di cui sopra anche attraverso l’offerta di polizze intermediate per conto di altro soggetto iscritto alla medesima sezione del Rui. Alla fine del comma 2 dell’art. 109 del Dlgs n.209 del 07/9/2005 (CdA private), è aggiunto: “ma è consentita la collaborazione tra tutti gli iscritti”. L’Isvap predispone, entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto legge, uno “standard minimo” delle condizioni di assicurazione Rc auto obbligatorie».

Nessuna modifica al comma 2, mentre per quanto riguarda il comma 3: «E’ fatto divieto alle imprese di assicurazione di intrattenere rapporti diretti con gli assicurati finalizzati alla promozione o al collocamento di prodotti o servizi assicurativi».

Proposte di Modifica DL Liberalizzazioni SNA

Proposte di Modifica DL Liberalizzazioni UNAPASS

Redazione Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Sud Corea: primi tre mesi in calo di utili per gli assicuratori

Secondo l’autorità di regolamentazione finanziaria, il calo dei profitti è da attribuire al…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: amministrazione Biden estende alle cure dentarie l’assicurazione pubblica

Il deficit nella copertura è immenso: lo scorso anno quasi 69 milioni di adulti statunitensi non…
Leggi di più
News

Al Festival dell'Economia di Trento le assicurazioni cinesi dialogano sul loro allineamento agli standard internazionali

Wei Chen, direttore amministrativo di Pacific Insurance ha detto: “Ci stiamo allineando alle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.

4 Comments

Comments are closed.