Opinione della Settimana

Sondrio: Un’assicurazione rumena per gli ospedali della valle

Polizze rumene per l’azienda ospedaliera. Per assicurarsi dagli eventuali episodi di malasanità l’Azienda ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna ha deciso di affidarsi a una compagnia rumena, la City Insurance. La società, con sede a Bucarest in via Lisabona 8, si è aggiudicata l’appalto per l’affidamento della copertura assicurativa con un premio complessivo di 2.780.963,69 euro per il periodo che va dal 28 ottobre 2011 al 31 dicembre 2012. Il “caso” di Sondrio non è isolato.

Visto che in Italia è in costante aumento il numero di denunce da parte di cittadini nei confronti di medici delle aziende sanitarie per casi di malasanità (si calcola che ogni anno sono circa 34mila per un costo totale delle cosiddette “medical malpractice” che oscilla tra gli 850 milioni e un miliardo e mezzo di euro) si riduce sempre di più il numero delle compagnie assicurative nazionali che sono disposte a farsi carico del rischio e a stipulare polizze con le strutture sanitarie locali. La conseguenza è che spesso questi enti che si occupano della sanità pubblica, quando devono stipulare una polizza, si trovano di fronte a gare che vanno deserte e alla difficoltà di trovare qualcuno a cui affidare il servizio.

Un vuoto nel mercato delle polizze assicurative per la responsabilità civile dei medici nel quale ha trovato spazio proprio la compagnia rumena City Insurance, che negli ultimi mesi si è aggiudicata una serie di appalti in diverse aziende sanitarie pubbliche e private del Nord Italia. Tra queste c’è anche la Aovv. Con la delibera 1092 del 27 ottobre scorso, firmata dal direttore generale Luigi Gianola, l’Azienda ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna ha affidato alla compagnia di Bucarest la copertura assicurativa obbligatoria per responsabilità civile verso terzi (Rct) e per responsabilità civile verso prestatori d’opera (Rco).

Prima di stipulare la polizza con la City Insurance, l’Aovv aveva un contratto con la Faro in scadenza a fine 2012. Ad agosto del 2011 la Faro fallisce per cui le viene revocata l’autorizzazione all’esercizio dell’attività assicurativa ed è disposta la liquidazione coatta. A questo punto l’azienda ospedaliera sondriese si trova senza copertura assicurativa ed avvia una procedura di urgenza per affidare il servizio a una nuova compagnia. All’Aovv arrivano tre dichiarazioni di interesse e un’unica offerta, dalla City Insurance. Nel frattempo il Tar del Lazio sospende la liquidazione coatta della Faro. Venuta meno l’urgenza l’Aovv riapre la procedura di affidamento del servizio e rivaluta il capitolato. A quel punto, però, è il mese di ottobre, il Consiglio di Stato revoca la sospensione della liquidazione della Faro e l’Aovv si trova di nuovo a dovere trovare in fretta un soggetto che prenda il posto della società fallita.

Messa ancora di fronte a una situazione di urgenza l’azienda ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna riapre la negoziazione diretta con le compagnie di assicurazione. Questa volta l’unica a rispondere è la City Insurance che si aggiudica infine l’appalto con l’offerta di un premio annuale lordo di 2.360.534,62 euro (2.780.963,69 euro per il periodo dal 28 ottobre 2011 al 31 dicembre 2012) che viene giudicata «in linea con le aspettative dell’azienda».

Fonte: La Provincia di Sondrio (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.