Opinione della Settimana

Interrogati i revisori dei conti del gruppo Fonsai

Il sostituto procuratore Luigi Orsi ha interrogato i revisori dei conti della compagnia dei Ligresti, gli esperti della Ernst &Young. Dall’interrogatorio sarebbe emersa qualche incertezza sulla reale consistenza dei debiti del gruppo.

Proseguono in procura le audizioni per l’inchiesta Fonsai. Dopo l’interrogatorio dei sindaci conclusosi ieri, oggi è stata la volta dei revisori dei conti della Ernst & Young. A condurre le indagini è il sostituto procuratore, Luigi Orsi. Dai colloqui, sarebbero emersi alcuni dubbi sui bilanci della compagnia assicurativa. I debiti in capo alla Fonsai ammontano a oltre 1,2 miliardi di euro, quasi 400 alla holding Premafin e altri 400 a Sinergia, la scatola di famiglia. Ma gli stessi revisori avrebbero mostrato qualche incertezza nello spiegare le reali consistenze del debito.

La questione non è di poco conto, perché sia Unipol che la cordata avversaria composta dal duo Palladio-Sator non hanno ancora potuto compiere una vera e propria due diligence per procedere nell’operazione di aggregazione con Fonsai. Al centro dell’inchiesta anche i rapporti tra Salvatore Ligresti e alcune società immobiliari, denunciate ai sindaci da un esposto del fondo Amber. Dalla relazione era emerso che Fonsai e la Milano Assicurazioni hanno pagato, tra il 2003 e il 2010, ben 40 milioni di euro a Salvatore Ligresti per attività di consulenza. “Nell’assegnare all’Ingegnere gli incarichi non sono state attivate le procedure per le operazioni con parti correlate, tra cui le fairness opinion, visto il valore dei contratti di consulenza“, aveva osserva il collegio sindacale che si è attivato dopo la denuncia presentata dal fondo speculativo, azionista di Fonsai, a ottobre 2011.

Le consulenze riguardano buona parte delle operazioni immobiliari finite nel mirino di Amber dai progetti Area Castello e Villa Ragioneri, all’area Isola-via De Castilla, Garibaldi-Repubblica e City Life, e in buona parte dei casi i contratti col fondatore del gruppo sono stati assegnati direttamente dall’amministratore delegato senza passare per il cda . Ma i rapporti dubbi denunciati da Amber, e sui quali solo ora i sindaci di Fonsai chiedono approfondimenti al Cda, riguardano anche le stesse operazioni immobiliari con parte correlate e l’acquisto da parte di Fonsai degli alberghi del gruppo Ligresti, Atahotels. La procura si sta chiedendo come mai nessuno si sia mai accorto di queste operazioni.

Autore: Sandro De Riccardis – La Repubblica (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.