Associazioni di CategoriaNews

ANIA: PREMI VITA A -27% NEI PRIMI TRE MESI DEL 2012

I volumi raggiunti registrano 12,4 miliardi di euro. I premi delle polizze tradizionali di ramo I e V continuano a essere in calo, ma restano quelle più gettonate dagli assicurati.   

Secondo i dati diffusi dall’Ania, nello scorso mese di marzo la nuova produzione premi vita (polizze individuali) delle imprese italiane ed extra-Ue, comprensiva dei premi unici aggiuntivi, è stata pari a cinque miliardi di euro, in calo del 10,9% rispetto allo stesso mese del 2011.

Nel primo trimestre del 2012 i nuovi premi emessi hanno raggiunto 12,4 miliardi, il 27% in meno rispetto ai volumi raggiunti nello stesso periodo dell’anno precedente.

Tenuto conto anche del volume di nuovi premi emessi dal campione delle imprese Ue, i nuovi affari vita hanno raggiunto un importo pari a 5,4 miliardi, il 16,9% in meno rispetto a marzo 2011. In merito alla sola attività svolta dalle imprese italiane ed extra-Ue, nel mese di marzo i premi relativi a nuove polizze tradizionali di ramo I e V continuano a essere in calo; queste polizze, spiega l’Ania, si confermano comunque la scelta prevalente degli assicurati con un’incidenza pari a circa i tre quarti della raccolta totale da inizio anno.

Nel dettaglio, la nuova produzione di ramo I è stata a marzo pari a 3,7 miliardi, in calo del 14% rispetto allo stesso mese del 2011, mentre i nuovi premi di ramo V hanno raggiunto un importo pari a 86 milioni, il 44,1% in meno rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

I prodotti linked (ramo III), pari a 1,3 miliardi di nuovi premi, hanno registrato per il secondo mese consecutivo una variazione positiva (+4,2% in più rispetto a marzo 2011). Tale risultato è dovuto esclusivamente alle polizze unit (+13,7%) che, avendo anche volumi più ampi, compensano il calo delle polizze index (-27,7%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

I premi/contributi relativi a nuove forme pensionistiche individuali, essenzialmente legati alla commercializzazione di prodotti Pip sono cresciuti del 18,3% rispetto a marzo 2011.

 

Redazione – Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Microsoft bug: danno miliardario ma non catastrofico per le assicurazioni, dice Fitch

Stime preliminari indicano perdite assicurate nell’ordine di miliardi di dollari, una cifra…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Cina: gravi lacune assicurative nella copertura dei rischi catastrofali

Soltanto il 10% delle perdite coperto dalle compagnie rispetto al 40% dei paesi più…
Leggi di più
EsteroNews

Usa: gravi danni per il derecho che a metà luglio ha colpito le aree interne del paese

Soltanto State Farm ha ricevuto 14mila richieste di risarcimento – l’ammontare dei sinistri…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.