News

IL 50% DEGLI ITALIANI NON SA COMPILARE IL MODULO CAI

È quanto emerge da una indagine condotta dal centro studi e documentazione Direct Line. Ecco quali sono gli errori più frequenti nella compilazione del modulo.  

Solo un italiano su due compila il modulo Cai (constatazione amichevole d’incidente) con sicurezza, mentre gli altri dichiarano di trovarsi in seria difficoltà. È quanto emerge da una indagine condotta dal Centro studi e documentazione Direct Line, secondo la quale il 30% degli automobilisti intervistati confessa di «essere preparato sulla teoria ma che, in stato di shock o preso dall’ansia post-incidente, incontra serie difficoltà a ricordare tutti i passaggi per la compilazione del modulo Cai e quindi, nella pratica, sbaglia o addirittura dimentica di inserire alcuni dati».

Inoltre, «lo stress e il panico portano il 7% a chiamare a casa in cerca di aiuto, mentre il 7% non trovandosi in accordo con la controparte sull’attribuzione del torto o della ragione opta per la soluzione più drastica e sceglie di chiamare la polizia stradale. C’è anche chi, sbagliando, si limita a prendere solo la targa dell’auto (6%)».

L’indagine mostra, comunque, che il 50% degli italiani dichiara di saper compilare correttamente la constatazione amichevole, senza commettere errori o imprecisioni. Queste percentuali, spiega Direct Line, trovano conferma anche con l’analisi dei moduli Cai compilati dai propri clienti.

Lo studio presenta anche uno spaccato regionale: torinesi (64%), cagliaritani (58%) e bresciani (56%) sono tra i più informati in materia di constatazione amichevole, mentre veronesi (36%), fiorentini (35%) e romani (31%) sono tra coloro che maggiormente confessano di sbagliare durante la compilazione del modulo. Il 12% dei palermitani si affida a un aiuto da casa, il 13% dei bolognesi si sente più sicuro a chiamare la polizia locale, mentre il 23% dei milanesi si fa prendere dal panico.

Ecco, secondo Direct Line, quali sono gli errori più frequenti nella compilazione del modulo Cai:

Redazione – Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Intelligenza artificiale: Aon identifica rischi e potenzialità per gli assicuratori

Si prevede che questa forma di sviluppo della tecnologia avrà un impatto su molti ambiti diversi…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: i suggerimenti degli assicuratori per accelerare gli investimenti green

L’obiettivo è quello di favorire un flusso di nuovi investimenti per £100 miliardi Gli…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Iran: nonostante le sanzioni, Il petrolio viene esportato con assicurazione made in usa

Lo ha rilevato un’inchiesta del New York Times secondo cui almeno 27 petroliere del paese…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.