Opinione della Settimana

Popolare Etruria e Carim alleati nel Vita

I due istituti hanno firmato una partnership bancassicurativa per i prossimi cinque anni. Bap potrà avere accesso esclusivo ai 100 sportelli della Cassa di Risparmio di Rimini ed è pronta a farsi avanti per altri istituti popolari. Chiara Assicurazioni è stata scelta per il ramo Danni

È tornata in amministrazione ordinaria il 30 settembre scorso e a poche settimane di distanza la Cassa di Risparmio di Rimini ha già iniziato a risistemare le proprie pedine siglando una partnership bancassicurativa con la Popolare dell’Etruria (nella foto, la sede storica di Arezzo). L’accordo tra l’istituto diretto da Luca Bronchi e Carim riguarda in particolare le polizze Vita e prevede che Bap Vita e Previdenza, la compagnia della Popolare dell’Etruria diretta da Emanuele Marsiglia, potrà avere accesso esclusivo ai circa 100 sportelli della Cassa di Risparmio presenti in sei regioni italiane, almeno per i prossimi cinque anni (salvo rinnovo a scadenza).

Un’operazione importante per Bap Vita, che ha chiuso il primo semestre 2012 con un utile di oltre 5 milioni, registrando un incremento dei premi del 55% (a 73 milioni) in netta controtendenza rispetto al resto del mercato bancassicurativo che nello stesso periodo ha fatto segnare tassi di contrazione della raccolta in media del 20%. A questo punto la crescita di Bap potrà infatti essere accelerata grazie all’alleanza con Carim che consentirà alla compagnia di incrementare del 50% la rete distributiva costituita oggi dalle circa 200 filiali di Banca Etruria.

Quel che appare ancora più interessante è che l’obiettivo di Bap potrebbe essere replicare l’operazione Carim con altre banche popolari e casse di risparmio. L’operazione con la Cassa di Rimini potrebbe essere quindi soltanto il primo tassello di un quadro più ampio, mentre invece sul fronte leasing e credito al consumo l’istituto guidato da Bronchi ha deciso di fondere Etruria Leasing e ConEtruria nell’istituto, operazione che sarà realizzata entro fine anno. Preferendo invece firmare partnership distributive con Findomestic nel credito al consumo e Ge Capital nel leasing.

Per quanto riguarda Carim, all’operazione con Bap si è aggiunto anche un accordo nel ramo Danni con Chiara Assicurazioni, la compagnia del gruppo Banco Desio. A dimostrazione che la nuova Cassa di Risparmio di Rimini (che in precedenza aveva Aviva come partner delle polizze) ha scelto di lavorare con istituti radicati sul territorio.

Autore: Anna Messia – Milano Finanza (Estratto articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.