Opinione della Settimana

Fitch mette sotto osservazione il debito delle Generali

Fitch ha confermato il rating emittente di lungo termine e quello sulla solidità finanziaria, rispettivamente ‘BBB+‘ e ‘A-‘, di Generali con outlook negativo, mentre ha posto in ‘rating watch negativo‘ il debito senior e subordinato della compagnia. La decisione è in risposta a tre distinti eventi: il downgrade dell’Italia dello scorso 13 marzo, la pubblicazione dei conti 2012 di Generali e il recente annuncio della ristrutturazione delle attività italiane.

L’ulteriore calo del merito di credito dell’Italia non è abbastanza da innescare azioni sul rating di Generali, soprattutto alla luce di alcuni miglioramenti mostrati dal bilancio 2012, spiega Fitch. Il ‘rating watch negativo‘ sul debito non dipende, invece, né dal downgrade dell’Italia né da questioni legate ai conti 2012 ma solo dalla ristrutturazione della holding.

Il rating sulla solidità finanziaria è più alto di quello dell’Italia in quanto il business è diversificato e i due terzi sono svolti in paesi con rating superiori come Francia e Germania. Tuttavia i rating restano sotto pressione a causa del fatto che Generali ha investimenti significativi sul debito sovrano italiano. Per ciò che riguarda il debito, Fitch spiega che quello emesso da una compagnia operativa in genere ha un notch (singolo scatto della scala dei valori utilizzata dalle agenzie di rating – ndIMC) più basso rispetto a quello sulla solidità finanziaria, mentre quello emesso da una holding ha tre notch in meno.

Con la ristrutturazione delle attività italiane, secondo Fitch, Generali avrà sempre meno le caratteristiche di una compagnia operativa e sempre più quelle di una holding, rispetto al passato. Se la riorganizzazione dovesse completarsi come nelle attese di Fitch, l’agenzia aggiornerà la sua metodologia e dovrebbe abbassare di un notch il rating sul debito in modo da portarlo sotto di due notch rispetto al rating sulla solidità finanziaria. Una via di mezzo, insomma, tra lo standard previsto per le compagnie operative e quello per le holding.

Fonte: Reuters Italia (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.