Opinione della Settimana

Anestesisti, il costo degli errori

Analisi Marsh Risk Consulting sugli incidenti nei repartì di Anestesia e rianimazione. Ogni sinistro pesa 25mila euro. Richieste di risarcimento in calo

Anestesisti ImcNei reparti italiani di Anestesia e di terapia intensiva il 73,09% degli errori riguarda proprio le procedure anestesiologiche. Dal 2004 al 2011 le richieste di risarcimento danni – calcolate in un campione nazionale di 87 strutture pubbliche – sono state 1.245, il 3,57% sul totale dei sinistri. Il costo medio per sinistro è di poco più di 25mila euro. Il costo totale nei 13 anni considerati ammonta a 24,9 milioni di euro, il 2,12% sul totale del costo sinistri per tutte le specialità.

A tracciare l’identikit dell’errore nelle anestesie italiane è un’analisi di Marsh Risk Consulting, che può avvalersi del suo ormai ricco database per scandagliare la sicurezza delle diverse unità operative. Il quadro per gli anestesisti e i rianimatori non è drammatico. Le richieste di risarcimento sono triplicate dal 2004 (erano 59) ma sono in calo rispetto al picco di 214 osservato nel 2008. L’errore anestesiologico è il più diffuso: 910 i casi registrati nel periodo considerato. A seguire ci sono lo sbaglio terapeutico e quello legato a procedure invasive (81), che sono circa il 7% del totale. La conseguenza più frequente (88,92%) è rappresentata dalle lesioni. I decessi sono al 6,18% e naturalmente hanno un costo medio per sinistro più elevato: 80mila euro.

Circa il 65% dei sinistri arriva dal Nord Italia, con quasi 17,4 per struttura. Seguono il Centro (31,57%, pari a 12,6 sinistri per ospedale) e il Sud (3,94% con 4,5 per struttura). La media più alta di sinistri per struttura (16) si colloca negli ospedali di secondo livello, L’ 89,88% delle pratiche è stragiudiziale. In tribunale arriva una fetta molto più sottile: 7,31% nel civile e 2,73% nel penale. La mediazione riguarda appena lo 0,08% dei casi. Nel 2011 erano 119 le pratiche aperte, 18 quelle chiuse e 5 quelle senza seguito.

Esaminando soltanto gli errori anestesiologici, ossia i più diffusi, si scopre che nel 95% dei casi sono presenti danni legati a errori durante la procedura di intubazione. Il restante 55% è invece relativo all’errata somministrazione del l’anestetico. Nel 2% dei casi gli sbagli hanno causato il decesso del paziente. Più della metà dei sinistri è avvenuto nel Nord Italia, ma la media più alta di sinistri per ospedale è al Centro (12). In questo caso sono le strutture di primo livello le più coinvolte: si registra qui il 55,38% degli incidenti, anche se in media il maggior numero di sinistri si concentra nelle strutture specialistiche di secondo livello (12,5). Il costo medio per sinistro del solo errore anestesiologico è di 15.623 euro (più elevato al Sud, dove raggiunge i 25mila euro).

Nel periodo di rilevazione sono stati liquidati importi per 5,3 milioni di euro. Il valore assicurativo calcolato per il singolo errore anestesiologico è in media di 20mila euro. Più contenute le cifre relative all’area di rianimazione: 335 eventi avversi in tutto, di cui il 24,48% relativo a errori terapeutici, il 24,18% a sbagli da procedura invasiva e il 12,4% a errori diagnostici. Ci sono anche, però, un 11,94% di cadute accidentali e un 11,34% di furti o smarrimenti. Molto più alta, in compenso, rispetto all’errore anestesiologico, la quota di decessi collegati agli sbagli: 18,21 per cento. Il valore assicurativo per posto letto è pari a 1.470 euro, quello per ricovero a 89,43 euro. Ce n’è abbastanza di informazioni perché aziende e professionisti possano studiare i punti deboli dei percorsi e lavorare insieme per migliorare la sicurezza dei reparti.

Autore: Manuela Perrone – Il Sole 24 Ore Sanità

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.