Opinione della Settimana

Assicurazioni auto, il tagliando Rca elettronico ci difenderà dalle truffe

Contrassegno elettronico

Il tradizionale tagliando cartaceo Rca verrà sostituito da un sistema digitale anti-frodi. Questo è il progetto portato avanti dall’Ania per la dematerializzazione del tagliando delle assicurazioni auto. Si tratta di un’iniziativa che ha come obiettivo quello di evitare la falsificazione dei documenti assicurativi, piaga che sta contagiando tutte le città italiane.

Cosa cambierà una volta che il passaggio tra il cartaceo e il digitale verrà completato e sarà adottato da tutte le compagnie? Non sarà più obbligatorio esporre il contrassegno dell’assicurazione sul veicolo, come invece prescrive oggi il Codice della Strada per tutti i motoveicoli e autoveicoli circolanti su strada.

Con l’entrata in vigore del decreto predisposto dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con quello delle Infrastrutture e dei Trasporti, la dematerializzazione dei contrassegni assicurativi porterà alla creazione di una banca dati presso la Motorizzazione, contenente tutti i nominativi degli assicurati che hanno stipulato una polizza di copertura Rca.

Il decreto, che al momento è ancora in fase di approvazione da parte dell’Ivass, determina la gestione del controllo delle coperture Rca per via telematica. Le Assicurazioni e le Forze dell’Ordine potranno collegarsi via web alla banca dati e controllare in tempo reale il rispetto dell’obbligo di copertura assicurativa.

Dopo la prima fase della creazione della banca dati con le coperture assicurative digitali, sarà la volta dell’individuazione di tutti quei documenti assicurativi che sono a rischio “clonazione“. Si inizierà probabilmente da questi con la dematerializzazione.

Ultimo passo previsto dal Decreto è quello di arrivare a poter controllare la regolarità della copertura assicurativa attraverso un sistema satellitare. Il mercato delle assicurazioni è in procinto di diventare sempre più sicuro, mentre sono destinati a sparire gli illeciti e le truffe.

Esiste anche un altro proponimento in aiuto alle assicurazioni, che porterebbe forse ad un abbassamento delle tariffe, cioè l’installazione di una scatola nera su ogni veicolo. Questo dispositivo sarebbe in grado, per esempio, di registrare le dinamiche di un incidente stradale e determinare con assoluta certezza le responsabilità nella collisione.

Fonte: Il Corriere d’Abruzzo (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.