Opinione della Settimana

Ivass: Rc auto, pacchetto misure su tariffe nei primi mesi 2014

Salvatore Rossi (2) ImcIvass e Antitrust hanno lavorato alacremente nell’ambito del “tavolo tecnico” presso il Ministero dello Sviluppo economico” per risolvere la questione delle tariffe Rc auto. Si punta alla definizione di un pacchetto di misure che possa vedere la luce “entro i primi mesi del nuovo anno“.

Lo ha detto il Presidente dell’Ivass, Salvatore Rossi (nella foto), durante un’audizione informale sul settore assicurativo al Senato (alla X Commissione Industria – ndIMC), aggiungendo che “non mancano motivi di fiducia. Una significativa riduzione delle tariffe dovrà derivare dalla combinazione di quattro elementi: efficace contrasto alle frodi, maggiore concorrenza tra le compagnie, maggiore mobilità degli assicurati, maggiore efficienza nelle imprese“.

La vigilanza sull’attività antifrode delle compagnie, esercitata ai sensi del DL cosiddetto “Concorrenza” (le imprese devono presentare all’IVASS una relazione annuale sulle iniziative antifrode), comincia a dare i primi frutti. Il risparmio in termini di minor costo dei sinistri conseguente a questa attività antifrode ammonta a 166 milioni di euro, l’1,3% dell’onere globale dei sinistri. Nel 2012, dopo l’introduzione dei nuovi criteri per i danni di minore entità alla persona (“micropermanenti”), il numero dei sinistri è sceso del 25% mentre il relativo costo medio è passato da 2.000 a 1.600 euro circa (-22%). La riduzione del costo dei risarcimenti nel 2012 rispetto al 2011, è valutabile intorno ai 120 milioni di euro, una cifra che giustifica aspettative di un permanente contenimento delle tariffe“, ha sottolineato.

Tuttavia, “il trasferimento della riduzione dei costi sui prezzi finali delle polizze non è peraltro automatico. Esso dipende dalle pressioni concorrenziali presenti nel sistema e, non ultima, dalla capacità degli assicurati di mettere in pratica scelte razionali di ottimizzazione che premino il risparmio e non l’inerzia. Anche su questo tema, che è al centro dei programmi di educazione assicurativa, l’Ivass è impegnato in uno sforzo di lungo periodo“, ha concluso.

Autore: Eva Palumbo – MF Dow Jones (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.