Opinione della Settimana

La sicurezza trova gli incentivi

Dal 21 gennaio parte la corsa delle imprese per gli oltre 307 milioni di euro di fonte Inail. Finanziati prevenzione e adeguamento delle attrezzature

Lavoro - Sicurezza ImcVia libera agli incentivi Inail sulla sicurezza del lavoro. Dal 21 gennaio fino all’8 aprile le imprese possono caricare le domande, per verificare il raggiungimento del punteggio minimo (120 punti) per concorrere alla ripartizione di oltre 307 milioni di euro di finanziamenti a fondo perduto. Sono ammessi i progetti per la realizzazione di interventi di prevenzione, per l’adozione di modelli organizzativi orientati alla sicurezza e per la sostituzione o l’adeguamento delle attrezzature di lavoro.

Incentivi alla sicurezza. Gli incentivi rientrano nelle attività previste dall’ari. 11 del T.u. sicurezza (dlgs n. 81/2008) che, appunto, affida all’Inail il compito di finanziare con proprie risorse, progetti di investimento e di formazione in materia di sicurezza sul lavoro, in particolare a favore delle piccole, medie e micro imprese. Con delibera n. 20/2013 il Civ Inail ha sollecitato l’istituto a programmare il bando 2013 entro la fine dell’anno, per scongiurare la perdita delle risorse (che altrimenti sarebbero finite in economia nel bilancio dell’Inail). Il bando 2013 mette a disposizione delle aziende 307.359.613 euro, ripartiti in budget regionali in funzione del numero degli addetti e del rapporto di gravita degli infortuni e pubblicati nei rispettivi Avvisi regionali, che rappresentano la quarta tranche di un ammontare complessivo di circa 800 milioni di euro stanziati dal 2010. L’incentivo è assegnato fino a esaurimento dei budget regionali secondo l’ordine cronologico di arrivo della domanda; esso è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito, quali quelli gestiti dal fondo di garanzia delle piccole e medie imprese e da Ismea.

Le novità del bando 2013. Il bando 2013, in considerazione della difficile congiuntura economica, ha elevato la copertura dei costi ammissibili al 65% (lo scorso anno era il 50%) fino a un massimale di 130mila euro (100mila euro nel 2012). Al fine di valorizzare i progetti migliori è stato innovato il sistema dei punteggi e rivisitato l’intero iter procedimentale rafforzando l’azione di assistenza da parte degli uffici Inail alle imprese ammesse a contributo. Il bando si rivolge a tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla camera di commercio (Cciaa).

I progetti finanziabili. I finanziamenti sono concessi ai progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:

  1. Progetti di investimento;
  2. Progetti di responsabilità sociale e per l’adozione di modelli organizzativi;
  3. Progetti per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro messe in servizio anteriormente al 21 settembre 1996 con attrezzature rispondenti ai requisiti di cui al Titolo III del dlgs n. 81/2008 (Tu sicurezza) e di ogni altra disposizione di legge applicabile in materia.

Le imprese possono presentare un solo progetto, per una sola unità produttiva, su tutto il territorio nazionale, riguardante una sola tipologia tra quelle sopra indicate. Per i progetti di tipologia 2 (progetti di responsabilità sociale e per l’adozione di modelli organizzativi) l’intervento richiesto può riguardare tutti i lavoratori facenti capo a un unico datore di lavoro, anche se operanti in più sedi o più regioni.

Ammontare del contributo. Il contributo, in conto capitale, è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’Iva. In ogni caso, il contributo massimo erogabile è pari a euro 130mila e quello minimo ammissibile è pari a 5mila euro Per le imprese che occupano fino a 50 dipendenti e che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di contributo.

Spese ammesse a contributo. Sono ammesse a contributo tutte le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto nonché le eventuali spese accessorie o strumentali, funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza. Le spese, documentate, devono essere direttamente sostenute dall’impresa richiedente i cui lavoratori e/o titolare beneficiano dell’intervento (è opportuno, tuttavia, rifarsi alla disciplina regionale). Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data dell’8 aprile 2014. Resta comunque a carico dell’impresa ogni onere economico nel caso in cui la propria domanda di contributo non si collochi in posizione utile ai fini del finanziamento nella successiva fase di inoltro on line o non superi le fasi di verifica o rendicontazione. Non sono ammesse a contributo le spese relative all’acquisto o alla sostituzione di:

  • Dispositivi di protezione individuale nonché ogni altro relativo complemento o accessorio;
  • Automezzi e mezzi di trasporto su strada, aeromobili, imbarcazioni e simili;
  • Impianti per l’abbattimento di emissioni o rilasci nocivi all’esterno degli ambienti di lavoro, o comunque qualsiasi altra spesa mirata esclusivamente alla salvaguardia dell’ambiente;
  • Hardware, software e sistemi di protezione informatica fatta eccezione per quelli dedicati all’esclusivo ed essenziale funzionamento di sistemi (impianti, macchine, dispositivi e/o attrezzature) utilizzati ai fini del miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza;
  • Mobili e arredi.

La procedura. La procedura per l’assegnazione degli incentivi è la stessa delle edizioni precedenti. In pratica dal 21 gennaio all’8 aprile 2014 le imprese potranno inserire sul sito dell’Inail i loro progetti su cui intendono chiedere il finanziamento. Le imprese il cui progetto abbia raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità otterranno, entro il 10 aprile, un codice identificativo che servirà da chiave di accesso al sito Inail per l’invio della domanda online nelle date di apertura dello sportello informatico, diverse in base agli avvisi regionali, e comunicate entro il 30 aprile.

Compilazione della domanda. A partire dal 21 gennaio 2014 e inderogabilmente fino alle ore 18,00 del giorno 8 aprile 2014 sul sito Inail – sezione Servizi online (a tale ambiente si può accedere anche dall’apposito banner presente nella home page del sito o cuccando in alto a destra sull’etichetta «Entra») le imprese registrate avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro, attraverso la compilazione di campi obbligatori, di:

a) Effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;

b) Verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;

c) Salvare la domanda inserita.

Ai fini del raggiungimento della soglia minima di ammissibilità sono stati individuati dei parametri (occorre fare associati sia a caratteristiche proprie dell’impresa sia al progetto oggetto della domanda. Ai parametri sono attribuiti punteggi la cui somma deve raggiungere la soglia minima di ammissibilità pari a 120 punti. Dopo le ore 18 dell’8 aprile 2014 le domande salvate non saranno più modificabili. A partire dal 10 aprile 2014 le imprese che abbiano raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato la propria domanda, potranno accedere all’interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo che le identificherà in maniera univoca. La stessa procedura, mediante un’apposita funzionalità, rilascerà un documento contenente tale codice che dovrà essere custodito dall’impresa ed utilizzato nel giorno dedicato all’inoltro telematico. Qualora il documento in questione venga smarrito sarà possibile accedere in procedura per il nuovo download fino a 24 ore prima dell’apertura dello sportello online per la prima sessione di invio.

Informazioni. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Contact Center al numero 803164 gratuito da rete fissa e al numero 06.164.164 a pagamento da rete mobile, oppure collegarsi al sito www.inail.it.

Autore: Daniele Cirioli – ItaliaOggi (Estratto articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.