Opinione della Settimana

Alker fuori da Assicurazioni di Roma. Il sindaco Marino: «Da ora online curricula e stipendi»

«Comportamenti incompatibili con i più elementari obblighi». Il cda contesta all’ormai ex direttore generale il prestito a Marco Cardia e il maxi risarcimento al tronista Karim Capuano

Assicurazioni di Roma HiResSi è conclusa con il licenziamento per giusta causa la stagione di Luigi Alker ai vertici di Assicurazioni di Roma (Adir). Gli sono stati infatti notificati i due provvedimenti disciplinari nei quali il consiglio di amministrazione all’unanimità contesta all’ormai ex direttore generale comportamenti «inequivocabilmente incompatibili con i più elementari obblighi» per il ruolo ricoperto e il danno patrimoniale, sul quale l’ente si riserva di chiedere un risarcimento.

PRESTITI E RISARCIMENTI – Due le vicende che gli vengono contestate. La concessione di un prestito senza titoli all’ex presidente di Adir Marco Cardia (entrambi sono imputati per appropriazione indebita) e la concessione di un maxi risarcimento al tronista di «Uomini e donne» Karim Capuano, coinvolto in uno scontro con un bus Cotral mentre era alla guida ubriaco e senza assicurazione. Adir gli ha riconosciuto 1,2 milioni di indennizzo. Per questa circostanza è stato licenziato anche il consulente dell’ente, Maurizio Nicolao.

SCELTE RIGOROSE – «Questa amministrazione – aveva detto il sindaco Ignazio Marino prima che fosse nota la decisione del cda – è stata la prima a fare chiarezza sulla vicenda che ha coinvolto il direttore generale Luigi Alker, relativa al prestito di 200 mila euro a favore di Cardia. Le nostre sono state sicuramente scelte drastiche e rigorose. Ma noi vogliamo che il rigore sia l’elemento fondante della nostra azione amministrativa. Perché rigore significa rispetto». Cardia era stato sollevato dal suo incarico da Marino all’indomani del suo insediamento.

L’INCHIESTA – E proprio in nome di quella trasparenza che il sindaco invoca a gran voce, finiranno presto online i curricula e le retribuzioni dei dirigenti e dei quadri di Assicurazioni di Roma. Lo ha annunciato il sindaco durante un convegno nel sottolineare che «l’atto di revoca dell’intero consiglio di amministrazione è stato da parte nostra un atto dovuto. Una decisione, peraltro confermata dal Tar del Lazio».

PERCORSO VIRTUOSO – «Proseguendo lungo questo percorso virtuoso che abbiamo iniziato a tracciare nell’ambito dell’attività delle Assicurazioni di Roma – ha fatto notare il sindaco – è necessario fare una serie di altri passaggi, altrettanto fondamentali quanto i precedenti. A cominciare dalla pubblicazione online dei curricula e delle retribuzioni dei dirigenti e dei quadri dell’azienda, così come previsto dal decreto legislativo n.33 del 2013, ad oggi non presenti sul sito aziendale». La decisione, proposta dai sindacati, ovviamente è stata presa «in nome della trasparenza e del rispetto nei confronti dei cittadini, dei lavoratori e dei soci», ha aggiunto Marino.

Autori: Francesco Di Frischia e Fulvio Fiano – Corriere della Sera Roma (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.