Opinione della Settimana

PAC: Polizze, prima scadenza il 31 marzo

Il Piano assicurativo 2014 prevede la sottoscrizione dei certificati per colture autunnali e permanenti. Martina all’Ania: serve puntualità nel controllo delle tariffe. Dal Psr risorse per quasi 2 miliardi

Agricoltura - Assicurazioni ImcLe prime scadenze per la sottoscrizione dei certificati delle colture autunno primaverili e permanenti sono ormai dietro l’angolo: la data limite fissata per quest’anno è infatti il 31 marzo. Ma la campagna assicurativa 2014 presenta anche diverse novità, alcune anticipate nel Piano assicurativo agricolo – approvato il 16 dicembre 2013 e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale l’1 marzo scorso – che il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, ha illustrato nei giorni scorsi in un incontro con il presidente dell’Ania, Aldo Minucci.

Il ministro ha prima di tutto richiamato agricoltori e imprese di assicurazione «al senso di responsabilità, perché eventuali ritardi ingiustificati nell’avvio delle coperture assicurative metterebbero sicuramente in difficoltà le imprese agricole, e in particolare quelle più innovative, specializzate e con maggiori capitali investiti». Martina ha spiegato che quest’anno è «un banco di prova significativo», considerato che «siamo alla vigilia dell’importante trasferimento dell’impianto assicurativo nell’ambito del nuovo programma sulla gestione delle crisi nello Sviluppo rurale, che per il periodo 2014-2020 potrà contare su risorse per circa due miliardi di euro».

Al rappresentante delle imprese di assicurazione il ministro ha quindi «sottolineato l’importanza della puntualità del controllo delle tariffe». E Minucci, dal canto suo, ha garantito l’impegno delle compagnie a rispettare le scadenze fissate dal Piano assicurativo e concordate con il ministero, impegnandosi inoltre «a monitorare l’andamento delle tariffe che sono oggetto di contestazione da parte del mondo agricolo».

D’altra parte, gli stessi agricoltori stanno dando quest’anno segnali di maggiore attenzione rispetto al passato. Consci del cambiamento in atto di un sistema assicurativo che si innesta nel nuovo programma di gestione dei rischi finanziato dai fondi Pac-Feasr per il periodo 2015-2020. Ma anche di un anomalo andamento climatico che ha determinato un netto anticipo della ripresa vegetativa.

Non a caso le organizzazioni agricole riunite in Agrinsieme Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative – hanno sollecitato l’avvio della raccolta delle polizze, proprio alla luce del «risveglio anticipato di 15-20 giorni delle principali colture in campo, che si trovano ora esposte a forti rischi di danni da maltempo». Per Agrinsieme, «l’inusuale contesto climatico, caratterizzato da temperature decisamente elevate a gennaio e a febbraio con valori di quasi quattro gradi superiori alla media stagionale, ha sollevato non poche preoccupazioni nei produttori». Il timore è che questa «sorta di primavera anticipata possa cedere il passo a un ritorno dell’inverno, o quanto meno a un netto abbassamento delle temperature, con il rischio di pericolose gelate e inevitabili danni alle produzioni, soprattutto se in presenza di giovani frutti sulle piante».

Nel 2013 sono state 82.665 le aziende agricole che hanno sottoscritto polizze assicurative, contro le 81.894 del 2012. La maggior parte di queste (oltre 55mila aziende) ha beneficiato dei fondi previsti dal cosiddetto articolo 68 della Pac, seguite da oltre 31 mila aziende che hanno fatto ricorso alle risorse dell’Ocm vino.

In totale, l’anno scorso sono stati assicurati valori per circa 6,93 miliardi, a fronte dei 6,47 del 2012.

Autore: Massimo Agostini – Agrisole

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.