Opinione della Settimana

Cadute in strada, a Udine 20 denunce per le buche

Il bilancio delle segnalazioni che giungono a palazzo D’Aronco da automobilisti che subiscono danni all’auto

Udine - Sede Comune Palazzo D'Aronco ImcLungo le strade udinesi ci sono tante buche e in Comune, almeno un paio di volte al mese, fioccano le richieste di risarcimento danni da parte di automobilisti e motociclisti finiti con le ruote dentro le crepe più o meno ampie del manto stradale.

La maggior parte della volte a farne le spese sono solo pneumatici o sospensioni, ma non mancano i casi di persone che sono rimaste ferite e hanno dovuto recarsi al pronto soccorso, come è accaduto non molto tempo fa a un ciclista caduto in via San Rocco e poi risarcito.

Nel 2013 agli uffici di palazzo D’Aronco (nella foto) sono giunte 24 denunce di incidenti in cui i veicoli sono rimasti danneggiati per “colpa” delle strade dissestate. La compagnia assicuratrice che segue questo settore per conto del Comune di Udine ha concesso risarcimenti in relazione a 13 sinistri, per un totale di 10.160 euro.

Lo scorso anno, stando ai dati forniti dall’amministrazione, c’è stato un boom di richieste di risarcimento: se, come detto, nel 2013 sono state 24, in tutto il triennio precedente (2010-11-12) erano state venti. In quel periodo, tuttavia, la percentuale di eventi risarciti era stata superiore: 15, per un esborso di settemila euro.

Tra il 2008 e il 2009 le richieste sono state in linea con quelle dello scorso anno: 43 nel biennio. Di queste, 32 sono state accolte per 24.200 euro.

«Per attivare la procedura di risarcimento – ricordano gli esperti di palazzo D’Aronco – è necessario presentare richiesta con indicazione del luogo e della data dell’evento, della descrizione del danno e di ogni elemento utile all’istruttoria della pratica assicurativa, indirizzandola al Comune di Udine, con raccomandata o inviandola alla Pec del Comune o consegnandola direttamente all’ufficio Protocollo. In seguito alla denuncia viene aperta la pratica e la compagnia assicuratrice valuta se sussistono estremi di responsabilità a carico dell’amministrazione. Normalmente partecipano all’istruttoria gli uffici comunali, in particolare Polizia municipale e Viabilità».

«Il fenomeno resta assolutamente fuori dalla logica di emergenza – commenta l’assessore alla Mobilità Enrico Pizza, soprattutto in un quadro nazionale in cui vi sono amministrazioni che vedono andare deserte le gare per le compagnie assicurative che si rifiutano di prendersi in carico i rischi per lo stato spesso molto serio della viabilità di altre città del Belpaese».

A parere dell’assessore, a giocare un ruolo fondamentale dal punto di vista della prevenzione, «è la squadra di reperibilità della Viabilità che, entro massimo mezz’ora dalla chiamata dei vigili, deve essere al magazzino strade per recuperare mezzi e materiali ed intervenire nel luogo segnalato per metterlo in sicurezza.Di questo gruppo fanno parte bravi tecnici comunali che intervengono nelle 24 ore per 7 giorni su 7, festivi inclusi. È importantissimo, infine – prosegue ancora Pizza – il contributo degli udinesi che spesso allertano la polizia locale».

Il totale della rete viaria di Udine, come ricorda lo stesso assessore, ammonta a circa 350 chilometri di strade cittadina (da Udine a Monaco di Baviera, per dare un’idea).

«Sulle asfaltature – conclude Pizza – nei primi 5 anni dell’amministrazione Honsell è stato investito molto, sono stati rifatti 80km di strade. Purtroppo nel 2013 il Patto di stabilità ha fermato tutte le opere pubbliche, ma per il 2014 sarà diverso. Sindaco e giunta a febbraio hanno deciso di sbloccare le gare per le asfaltature ed entro l’anno contiamo di poter coprire altri 20 km di strade. A breve faremo un bilancio comunale che prevede di continuare a mettere in sicurezza la viabilità. Non potremo mai evitare tutti gli incidenti, ma l’obiettivo zero infortuni deve essere perseguito con determinazione e risorse dal Comune di Udine».

Autore: Anna Rosso – Messaggero Veneto (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.