Opinione della Settimana

Ca’ Tron, strutture ricettive e startup: pronto il piano

Ca' Tron - Visualizzazione aerea ImcL’area che vicino a Venezia ospita anche H-Farm potrebbe diventare un polo tecnologico sull’agricoltura. Mentre Helica produce droni per monitorare i campi

In cinque anni Cattolica Assicurazioni potrebbe aver aggiunto al suo quartier generale di Ca’ Tron (nella foto) strutture ricettive, sale convegni e centri di ricerca sull’agricoltura innovativa mentre H-Farm Ventures, l’incubatore di Riccardo Donadon ad un paio di chilometri più a sud, moltiplicato per cinque gli spazi per le sue startup. Tutto questo grazie ad un piano concordato con l’amministrazione comunale di Roncade che permetterà di abbattere la parte non ristrutturabile delle 44 vecchie case coloniche distribuite sui 1.100 ettari per accorpare i volumi secondo un ordine diverso e più efficiente. Del progetto si è parlato a margine di un convegno sui modelli di sviluppo delle filiere alimentari, nella tenuta agricola che la società assicuratrice rilevò due anni fa da Fondazione Cassamarca.

Un polo per l’innovazione

Con la riorganizzazione dell’edificato in determinati punti e la restituzione alla campagna di altri, in sintesi, dovrebbe rafforzarsi la fisionomia di un polo senza eguali, almeno in Italia, di intersezione fra agricoltura e tecnologia. Negli auspici di Cattolica ed H-Farm, partecipata dalla prima per poco meno del 5%, vi sono anche quelli di individuare, d’intesa con la Regione, gli strumenti legislativi per classificare la zona come un’«area competitiva» dotata di elementi di attrazione, in particolare nella dimensione della semplificazione burocratica e fiscale, per poter richiamare energie imprenditoriali anche dall’esterno. «Abbiamo un piano triennale di investimenti per circa 2,5 milioni – spiega il presidente di Cattolica, Paolo Bedonidestinato al ripristino dell’equilibrio idraulico e all’acquisto di macchine moderne. Tutti gli utili saranno per ora reimpiegati in innovazione perché altre risorse non ce ne sono. Il precedente proprietario non aveva chiesto i contributi europei della Pac, se non in minima parte, e adesso Cà Tron ha perso i diritti». Insomma, bisogna camminare sulle proprie gambe ed assumere anche un’impostazione mentale diversa. «Alle tre ‘a’ di questo settore, cioè agricoltura, alimentazione e ambiente, io aggiungerei la quarta di ‘assicurazione’. Se un’azienda è ben assicurata, cioè, può avere migliore accesso al credito e investire con tranquillità in innovazione. Non è più il tempo del contadino che aspetta la grandine per chiedere il risarcimento». La sfida è ora quella di allargare i margini. «Mediamente in agricoltura la redditività non va oltre l’1% ma noi pensiamo di portarla a breve fino al 4% con impianti di produzione di energia da biomasse. Per questo, oltre al mais bianco, grano e soia, ci sarà spazio anche per la colza, puntando all’ecosostenibilità completa».

Droni per monitorare le coltivazioni

Intanto, all’estremità meridionale di Cà Tron, H-Farm mette in calendario per l’estate un «Hackaton» (una tempesta di cervelli di giovani inventori che partoriscono idee in 24 ore) dedicato all’agroalimentare. «Abbiamo già una startup, chiamata Helica – spiega Donadon – che costruisce droni per il monitoraggio delle coltivazioni. Si alzano da soli, riprendono una certa area e il file viene confrontato magari con quello del giorno prima. Siccità, malattie o altre anomalie, insomma, si terranno d’occhio rimanendo seduti davanti al pc».

Autore: Gianni Favero – Corriere della Sera (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.