Opinione della Settimana

Generali, vendita di Bsi alla stretta finale

Il cda da il via libera per la trattativa in esclusiva con la banca brasiliana Btg Pactual. Il Leone contava di incassare 1,6 miliardi

BSI (4) ImcSi avvicina alla stretta finale la cessione di Bsi, banca elvetica del gruppo Generali che il Leone ha deciso di mettere sul mercato nell’ambito del piano di dismissioni da 4 miliardi di euro, destinato a essere completato entro la fine del 2015 (2,4 miliardi sono già in cassa grazie alle cessioni dell’ultimo anno e mezzo).

Il lungo cda di ieri, protrattosi fino a tarda sera, è servito al gruppo triestino per dare il via libera alle trattative in esclusiva con il Banco Btg Pactual, una delle principali banche d’investimento e società di gestione di attivi e patrimoni dell’America Latina. Il gruppo brasiliano era indicato già da diverse settimane tra i possibili acquirenti accanto alla banca elvetica Julius Bär e alla coppia formata da Cinven e dal fondo Investìndustrial della famiglia Bonomi. Il sorpasso è avvenuto negli ultimi giorni a fronte di una manifestazione d’interesse risultata più convincente agli occhi del management di Generali, anche se i primi incontri non hanno portato alla definizione di un range di prezzo per l’offerta. Ora il gruppo brasiliano avrà la possibilità di approfondire i conti dell’istituto elvetico, che gestisce attivi per 90 miliardi di franchi svizzeri e che nei prossimi mesi si troverà a fare i conti con il declino del segreto bancario in terra elvetica. Proprio quest’ultimo fattore potrebbe ridurre il valore della transazione, che in ogni caso riguarderà il 100% del capitale. Inizialmente Generali contava di incassare da questa operazione non meno di 1,6 miliardi di euro, che sarebbero risultati sufficienti a completare in largo antìcipo il piano di dismissioni, ma gli ultimi report degli analisti stimano la controllata elvetica intorno al miliardo di euro.

Di sicuro Btg Pactual non avrebbe problemi a condurre in porto un’operazione del genere, considerato che pur avendo attivi in gestione di poco superiori a Bsi (intorno ai 100 miliardi di franchi), può contare su una capitalizzazione di mercato – è quotata alla Borsa di San Paolo e a quella di Amsterdam – che supera i 13 miliardi di dollari. Oltre a una natura di public company (di fatto è in mano ai 156 manager del gruppo) che ne favorisce la focalizzazione sul business.

In ogni caso, la conclusione positiva dell’operazione non è scontata e a Trieste si tiene in caldo il “piano B“, che prevede una ristrutturazione dell’azienda per ridurne i costì, con l’obiettivo di arrivare a quotarla sul mercato. L’attuale sentiment dei mercati finanziari è favorevole in tal senso, anche se una tale soluzione non po trebbe essere completata nel giro di pochi mesi.

Tornando al cda di ieri, non si è discusso invece della possibile discesa nel capitale di Banca Generali. La capogruppo ha in carico la partecipazione del 51% a 4 euro per azione, contro una chiusura di ieri a quota 21,48 euro (-5,12% spiegato dagli analisti proprio alla luce delle voci su un possibile collocamento di nuove quote sul mercato). Dunque la plusvalenza sarebbe importante, anche se a Trieste vogliono soppesare bene la decisione prima di rinunciare alla maggioranza assoluta della società attiva nel private banking e nella gestione del risparmio.

Autore: Luigi Dell’Olio – Il Piccolo

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.