Opinione della Settimana

Rc Auto Napoli, Scontro Comune-Ania: «I soldi per le buche? Paghino le assicurazioni»

Guerra aperta tra le istituzioni napoletane e l’associazione delle imprese assicurative. Oggetto della disputa, la legge di iniziativa popolare presentata la settimana scorsa da un gruppo di parlamentari campani del Pd, con l’appoggio del Comune di Napoli e delle associazioni dei consumatori. L’assessore Panini: «Troppe buche? Ci facciano un prestito». Il Pd: compagnie nervose

La sede del Comune di Napoli ImcÈ guerra aperta tra le istituzioni napoletane e la lobby delle assicurazioni. Oggetto della disputa, la legge di iniziativa popolare presentata la settimana scorsa da un gruppo di parlamentari campani del Pd, con l’appoggio del Comune di Napoli (nella foto, la sede comunale) e delle associazioni dei consumatori.

Un’iniziativa che punta ad introdurre il criterio della tariffa unica Rc Auto per i guidatori viruosi, indipendentemente dalla città di residenza dell’assicurato. La proposta di legge è stata bollata come “illegittima” dall’Ania, la Confindustria delle assicurazioni. La presa di posizione ha suscitato ieri la reazione dei parlamentari Leonardo Impegno e Valeria Valente, principali artefici della proposta. «La reazione a dir poco violenta dell’Ania – affermano in una nota congiunta i due deputati – è segno di preoccupazione e nervosismo ma non ci sorprende. È evidente che con l’ introduzione della tariffa unica si va al cuore del sistema assicurativo. Un sistema che, come dimostra l’elevato numero di veicoli circolanti senza assicurazione, non solo non funziona più ma è destinato a creare inevitabilmente non pochi problemi sul piano dell’ordine pubblico. Il progetto di legge mira non solo ad eliminare le discriminazioni territoriali ma anche a riportare nell’alveo della legalità tutti quei casi in cui per via delle tariffe troppo esose i cittadini si trovano costretti a rinunciare all’assicurazione obbligatoria». I due deputati si dicono disponibili a un confronto pubblico con l’associazione delle imprese assicurative.

E un guanto di sfida arriva anche dall’assessore comunale alle Attività Produttive Enrico Panini. «Ania risponde alla proposta ribadendo che non è possibile cambiare le tariffe, con ciò testimoniando una grande disponibilità al dialogo ed al confronto – ironicamente parlando – e un forte affidamento all’attività lobbistica». Ancora più veemente la risposta di Panini alle accuse rivolte dall’Ania al Comune, in relazione ai pochi sforzi condotti per combattere le frodi assicurative: «Rispetto a questo, valuteremo ogni strada a tutela dell’ente». Ma l’ultima stoccata gli assicuratori la dedicano alle buche nella nostra città sostenendo che il Comune non sta agendo a sufficienza. «Napoli, come tanti comuni in difficoltà finanziaria, dedica alla sicurezza stradale ogni risorsa disponibile. Formuliamo una proposta semplice alla imprese assicuratrici: destinate una parte dei vostri utili di bilancio (oltre un miliardo di euro nel 2013) ad un prestito infruttifero destinato al recupero di tutte le buche stradali».

Il caro-assicurazioni è anche una delle motivazioni della crisi del mercato automobilistico, sempre più grave, secondo l’Aci. «La crisi economica – afferma in una nota il presidente dell’Automobile Club Napoli, Antonio Coppola e gli elevati costi che gravano sulle ” quattroruote” spingono le famiglie napoletane ad aspettare tempi migliori per cambiare la propria vettura. La tendenza prevalente è la rinuncia all’auto testimoniata dal tasso unitario di sostituzione che a Napoli è pari a 2,3, mentre in Italia si attesta a 0,87. Ciò significa che per ogni nuova vettura iscritta al PRA ne vengono radiate 2,3 nella nostra provincia e 0,87 in Italia. In pratica, il parco circolante a Napoli tende a contrarsi, così pure il mercato automobilistico, ma di questi effetti c’è poco da rallegrarsi».

Autore: Valerio Iuliano – Il Mattino

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.