Opinione della Settimana

Per il «click day» 23mila partecipanti

Inail, a bando risorse per 307 milioni

Home Insurance (3) ImcSi è svolto ieri dalle ore 16 alle 16.30, senza la segnalazione di particolari criticità, il Click day destinato all’assegnazione con procedura “valutativa a sportello” dei 307,359 milioni stanziati a fondo perduto dall’Inail con il bando Isi 2013.

Si tratta di risorse messe a disposizione delle aziende dall’Istituto per la realizzazione di interventi di prevenzione, l’adozione di modelli organizzativi orientati alla sicurezza e la sostituzione o l’adeguamento delle attrezzature di lavoro.

Sono stati «circa 23mila – ha precisato l’Inail in una nota – gli utenti che hanno inserito il codice identificativo nei trenta minuti di apertura dello sportello telematico».

Lo stanziamento rappresenta la quarta tranche di un ammontare complessivo di circa 800 milioni di euro messi a disposizione a partire dal 2010. Il contributo per le imprese che risulteranno vincitrici sarà pari al 65% dei costi ammissibili (contro il 50% del 2012) dell’investimento e fino a un massimo di 130mila euro (100mila nel 2012).

Il click day di ieri è giunto al termine di una lunga procedura. Il contributo economico è stato, infatti, assegnato nei limiti dei budget regionali secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande presentate in modalità telematica dalle aziende i cui progetti hanno superato la prima fase, svoltasi dal 21 gennaio all’8 aprile, ottenendo il codice identificativo.

Per conoscere l’elenco dei vincitori anche quest’anno bisognerà attendere alcuni giorni.

Gli elenchi cronologici comprensivi di tutte le domande inoltrate ieri attraverso lo sportello telematico, con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per l’accesso al contributo – ha fatto sapere ieri l’Istituto – saranno pubblicati entro il 4 giugno sul sito Inail, nella sezione denominata “incentivi alle imprese“.

Rispetto allo scorso anno, l’invio telematico delle domande non ha determinato problemi tecnici particolari. La conferma è arrivata, tra gli altri, da Confartigianato, lo scorso anno alle prese con numerose telefonate allarmate degli iscritti.

Semaforo verde anche dai consulenti del lavoro. «Ci risulta che stavolta la stragrande maggioranza di chi ha voluto accedere al sistema sia stata in grado di farlo, ragion per cui siamo moderatamente soddisfatti – ha sottolineato Rosario De Luca, presidente della Fondazione studi –. Gli accorgimenti anche tecnologici che sono stati apportati dall’Istituto per questa edizione del Click day hanno evitato quei blocchi totali che si erano registrati lo scorso anno. Alcune criticità di cui abbiamo preso nota sentendo i nostri associati riguardano più che altro situazioni locali e sono dovute anche al fatto, ad esempio, che numerosi comuni non sono ancora dotati di banda larga, il che non depone a favore della competitivita del nostro sistema Paese».

Autore: Mauro Pizzin – Il Sole 24 Ore

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.