Opinione della Settimana

Bonus 80 Euro: Gli oneri possono allargare la platea

Fondi pensione e assegni all’ex coniuge, il limite dei 26mila euro. Le somme deducibili versate direttamente dal sostituto d’imposta riducono il reddito complessivo

80 Euro ImcChi ha un reddito complessivo superiore a 24mila euro ha diritto solo a una parte del bonus Irpef di 80 euro, mentre se il reddito globale è superiore a 26mila euro il credito d’imposta non spetta affatto. Per ridurre il reddito da lavoro dipendente, che concorre a formare quello complessivo nel 730 o in Unico, ai fini del bonus da 80 euro, si può chiedere al sostituto d’imposta di trattenere dalla busta paga gli oneri deducibili (ad esempio, per la previdenza complementare o per gli assegni all’ex coniuge) e di versarli direttamente (al fondo pensione o all’ex coniuge).

Secondo l’articolo 51, comma 2, lettera h del Tuir, infatti, «le somme trattenute al dipendente per oneri» deducibili, indicati nell’articolo 10, Tuir, «alle condizioni ivi previste», non concorrono a formare il reddito del lavoratore; quindi «il datore di lavoro deve escluderli direttamente dal reddito di lavoro dipendente». Il loro scomputo dal reddito non avviene a opera del sostituito tramite deduzione dal reddito complessivo, nel 730 o Unico, ma l’importo che verrà indicato dal sostituto nel punto 1 (reddito di lavoro dipendente) del Cud 2015, relativo al 2014, sarà già al netto di questi oneri deducibili (a carico del sostituito, ma pagati e trattenuti dal sostituto). Per ottenere tutto il credito d’imposta mensile degli 80 euro, stando sotto i 24mila euro, o parte di esso sotto i 26mila euro, poi, si dovrà fare il modello Unico PF 2015 0 il 730 2015.

Quindi, il datore di lavoro trattiene l’importo a carico del dipendente, escludendo queste somme dalla formazione del reddito di lavoro dipendente (circolare 18 dicembre 2007, n. 70/E, paragrafo 2.3). La loro deduzione non avviene dopo che il reddito del dipendente abbia aumentato il reddito complessivo (come per i versamenti diretti e dedotti in Unico o nel 730), ma avviene prima, tramite l’abbattimento del reddito da lavoro dipendente.

Gli oneri che possono abbattere direttamente il reddito da lavoro dipendente, erogato dal datore di lavoro, sono quelli deducibili dell’articolo 10 del Tuir, come, ad esempio, i contributi ai consorzi obbligatori per legge, le «spese mediche e quelle di assistenza specifica necessarie nei casi di grave e permanente invalidità o menomazione», gli assegni periodici corrisposti al coniuge, a esclusione di quelli destinati al mantenimento dei figli, in conseguenza di separazione, scioglimento o annullamento del matrimonio o di cessazione dei suoi effetti civili, nella misura stabilita dal giudice.

Ai fini del bonus degli 80 euro, è possibile anche far pagare al datore di lavoro i contributi alle forme pensionistiche complementari, deducibili per un importo non superiore a 5.164,57 euro. Attenzione, però: quelli versati dal datore di lavoro a suo carico, cioè senza effettuare la trattenuta in busta paga, sono considerati «benefit» per il lavoratore, concorrono a formare il reddito complessivo e, nella stessa misura, sono oneri deducibili. Solo per quelli a carico del dipendente, con versamento effettuato tramite il datore di lavoro, che effettua poi la corrispondente trattenuta in busta paga, il sostituto esclude il relativo importo dal reddito di lavoro dipendente nel Cud (circolare 18 dicembre 2007, n. 70/E, paragrafo 2.3).

Fonte: Il Sole 24 Ore

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.