Opinione della Settimana

Asti: Meno auto senza assicurazione dopo il giro di vite nei controlli

La polstrada: “Accertamenti anche sulle vetture in sosta”

Auto - Multe ImcIl picco era stato toccato tra il 2013 e l’inizio del 2014. Un trend, quello dei veicoli in circolazione senza assicurazione, costantemente in ascesa da anni e che aveva probabilmente raggiunto la vetta. Ora inizia la graduale discesa. I primi dati, incompleti perché si riferiscono solo all’attività della polizia stradale, fanno registrare un calo: se nei primi sei mesi dello scorso anno ad Asti e provincia gli automezzi sequestrati erano stati 89, nello stesso periodo del 2014 sono 54. Questo nonostante il Compartimento regionale di Torino abbia avviato una massiccia campagna in tutto il Piemonte per contrastare il fenomeno della guida senza copertura assicurativa. Dall’inizio dell’anno in Regione la polstrada ha contestato 1648 violazioni per veicoli potenzialmente «pirata», senza garanzie per la responsabilità civile in caso di incidente. Ma Asti non riflette la media regionale: «Probabilmente ha fatto da deterrente l’ingente mole di attività in questo ambito che abbiamo fatto nel 2013: automobilisti e conducenti di moto e ciclomotori si sono resi conto che qui i controlli vengono organizzati in modo serrato, sui mezzi in transito ma anche sui mezzi in sosta in luogo pubblico» spiega l’ispettore Alberto Rizzo, responsabile dell’ufficio verbali del commissariato di polizia stradale di via Ariosto.

Negli ultimi anni anche la polizia municipale di Asti ha incrementato i sequestri per veicoli senza copertura: nel 2010 erano stati 212, saliti a 240 nel 2011, cresciuti ulteriormente a 255 nel 2012 fino a toccare il picco di 296 nel 2013. I dati dei primi due mesi del 2014 fanno ipotizzare ancora un segno più a fine anno, con 61 sequestri tra gennaio e febbraio. Praticamente più di un verbale al giorno, con un gran lavoro anche per gli addetti delle imprese di noleggio carri attrezzi: ogni volta che gli agenti trovano in circolazione o in sosta un’auto o una moto senza copertura, oltre alla multa da 841 a 3366 euro scatta anche l’immediato sequestro amministrativo e il mezzo deve essere custodito in un luogo chiuso indicato dal proprietario o individuato dalle forze di polizia. Se il conducente rifiuta di assumersi formalmente l’impegno al pagamento delle spese del trasporto e del deposito, viene anche sospesa la patente per 1 mese. Chi possiede il veicolo ha 10 giorni di tempo per presentare una polizza nuova e riottenere il veicolo, altrimenti la prefettura dispone la confisca e la contestuale vendita all’asta. La polizia stradale in un comunicato stampa indica inoltre una modalità, utilizzabile da tutti i cittadini, per accertare se l’assicurazione di un mezzo coinvolto in un incidente sia vera o farlocca: basta inserire la targa in un’apposita sezione del sito www.ilportaledellautomobilista.it e si scopre se il proprietario è in regola con la copertura per la responsabilità civile. Le compagnie aggiornano i dati quotidianamente.

Autore: Massimo Coppero – La Stampa Torino (Articolo originale)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.