News

Swiss Re: I nuovi rischi e una solida crescita economica spingeranno al rialzo i costi dei sinistri di responsabilità civile

Assicurazioni - Contratto (2) Imc

Secondo l’ultimo studio Sigma di Swiss Re, la domanda di coperture per responsabilità civile è attesa in crescita con l’accelerazione della crescita economica e a causa dei cambiamenti tecnologici, sociali e normativi. Le richieste di indennizzo si sono rivelate inferiori al previsto nel debole contesto economico degli ultimi anni, incrementando i profitti delle compagnie. Solidità patrimoniale e competenze in sede di sottoscrizione sono vantaggi competitivi per gli assicuratori dei rami danni

Negli ultimi anni, le richieste di indennizzo per responsabilità civile si sono rivelate inferiori alle previsioni e questo, nonostante il calo dei prezzi assicurativi collegati, ha creato le basi per un incremento di redditività delle compagnie assicurative. Sono queste alcune delle conclusioni dell’ultimo studio Sigma di Swiss Re Liability claims trends: emerging risks and rebounding drivers. Il contesto di debole crescita economica è stato il principale motivo del modesto impatto delle richieste di indennizzo; tuttavia, secondo i curatori dello studio, i nuovi rischi e l’accelerazione della crescita economica porteranno ad un incremento del peso delle richieste e genereranno una maggiore domanda di coperture per responsabilità civile.

Il comparto delle assicurazioni di responsabilità civile sarà infatti contraddistinto da diversi cambiamenti di natura tecnologica, sociale e normativa. I Cyber-risks e la responsabilità da tecnologie emergenti, come la fratturazione idraulica e le auto driverless, potranno diventare fattori di sinistro più prominenti. Le riforme in materia di illecito civile (meglio conosciute come ‘Tort reform’ e in vigore soprattutto negli Stati Uniti e negli stati del Commonwealth) hanno attenuato il peso dei sinistri in alcuni mercati assicurativi, ma gli effetti di questa situazione sono da intendersi come una tantum ed è quindi presumibile che in futuro non potranno più essere trattati allo stesso modo.

Le compagnie si stanno anche preoccupando per l’impatto potenziale apportato dalla Coesistenza, in cui le perdite assicurate di un singolo evento interessano più aziende, paesi, settori o linee di business. “Con un interconnettività globale in continua crescita – tramite collegamenti informatici e catene di approvvigionamento – sta aumentando il rischio di catastrofi in ambito di responsabilità civile”, afferma Jayne Plunkett, a capo della divisione Casualty di Swiss Re.

A causa di fattori economici e sociali quali bassa inflazione, bassa crescita dei salari, riforme in materia di illecito civile e grazie al miglioramento dei costi di assistenza medica, dal 2008 ad oggi le richieste di indennizzo in ambito di responsabilità civile sono state inferiori al previsto. Nel lungo termine, tuttavia, l’incremento dei sinistri è atteso a tassi superiori a quelli che influenzeranno la crescita economica e i curatori dello studio si attendono quindi un “ritorno alla normalità”, che a sua volta spingerà verso l’alto la domanda di coperture per responsabilità civile.

Un altro fattore a sostegno della redditività degli compagnie negli ultimi anni sono state le riserve in esubero per sinistri di esercizi precedenti. Un incremento superiore alle attese dei sinitri di responsabilità civile potrebbe tuttavia drenare queste riserve ed un loro eccessivo sfruttamento – in caso di gravi sinistri – potrebbe erodere la redditività degli attuali portafogli.

I rischi di responsabilità civile sono difficili da sottoscrivere e da tariffare – sottolineano i curatori dello studio – a causa della loro natura di rischi “a lunga scadenza”, che spesso si traducono in liquidazioni di sinistri effettuate molti anni dopo la sottoscrizione dei contratti. Le compagnie devono quindi approfittare della loro competenza in sede di sottoscrizione per migliorare le tariffazioni. Allo stesso modo, devono mantenere la solidità patrimoniale per gestire la natura implicita di rischio a lunga scadenza e i crescenti costi dei sinistri che ne derivano, come quelli provenienti dalle complessità dei contenziosi.

Le imprese assicurative sono inoltre chiamate ad innovare per meglio cogliere le opportunità di mercato. Grazie a Big Data e ai modelli previsionali, il settore può effettuare accurate analisi statistiche per comprendere in modo opportuno i fattori chiave di rischio. I modelli predittivi possono essere in grado di anticipare i risultati futuri in condizioni relativamente stabili e i modelli previsionali possono a loro volta riflettere le connessioni causa-effetto delle perdite assicurate di responsabilità civile.

“Oggi le compagnie dispongono di una mole di dati decisamente superiore al passato”, commenta Thomas Holzheu, uno degli autori del rapporto. “E possono quindi utilizzarli per comprendere meglio le complesse relazioni tra gli indicatori di rischio osservabili per frequenza e gravità e per mantenere la qualità in sede di sottoscrizione”.

Swiss Re – Sigma 4/2014 – “Liability claims trends: emerging risks and rebounding drivers”

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: il mercato della Cyber Insurance si sta aggiustando ma rimane “duro”

I forti aumenti tariffari stanno favorendo l’ingresso di nuovi operatori Nel quarto trimestre…
Leggi di più
EsteroNews

Usa: in Florida gli assicuratori preoccupati più dagli avvocati che dagli uragani

Dei $51 miliardi di risarcimenti pagati dalle compagnie nell’ultimo decennio il 71% è servito a…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Svizzera: inflazione peserà sui premi

La previsione è del Ceo di Helvetia Philipp Gmür L’inflazione, che ha subito…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.