Opinione della Settimana

Medici e polizze: rebus risolto?

Medico Imc

(Autore: Mauro Masi, delegato italiano alla Proprietà Intellettuale – Milano Finanza)

Nella sanità italiana qualcosa sta cambiando. Ad agosto è scattato l’obbligo per i medici di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria contro le responsabilità giuridiche degli atti professionali; sono esclusi dall’obbligo soltanto i medici del Servizio sanitario nazionale, dove l’obbligo vale per le strutture. La norma prevede anche l’istituzione di un Fondo nazionale di un miliardo cui possono accedere i medici che non riescono a coprire i costi di stipula al prezzo richiesto dalla compagnia. Il Fondo «Balduzzi» sarà gestito da Consap e sarà operativo dopo che il provvedimento avrà raccolto i pareri di Conferenza Stato-Regioni e Consiglio di Stato. Intanto il mercato sta proponendo polizze piuttosto costose (con premi fino a 20 mila euro l’anno), ma l’entrata in vigore del Fondo probabilmente contribuirà a equilibrare costi e prestazioni.

La strada dell’assicurazione obbligatoria sembra essere la più adeguata contro la piaga della cosiddetta «medicina difensiva»: nel timore cioè di dover rispondere in sede legale, molti medici prescrivono tutto il prescrivibile (farmaci e/o di terapie) per garantire se stessi. Secondo stime attendibili, ciò causerebbe 10-12 miliardi l’anno di danni al bilancio pubblico, una cifra enorme che tende ad aumentare. Il meccanismo assicurativo pubblico può costituire una risposta concreta a questo fenomeno, in base al quale aumentano le azioni giudiziarie, aumentano i risarcimenti e gli assicuratori «fuggono» dal mercato lasciando senza coperture strutture, medici e pazienti.

È il fenomeno della «selezione avversa», che si manifesta quando il mercato rende conveniente assicurarsi solo a coloro che appartengono a classi di rischio molto elevate, con la conseguenza che nei casi estremi verranno meno le condizioni di profittabilità per l’assicuratore e il mercato sparirà. Tutto ciò non fa che pesare in maniera indiscriminata sulla fiscalità generale, che deve sostenere gli extra-costi delle strutture sanitarie pubbliche.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.