Opinione della Settimana

Polizze salute, le insidie possibili tra le condizioni contrattuali

Lavoro - Contratto inserimento Imc

(Autore: Gaia Giorgio Fedi – Il Sole 24 Ore)

Fase di carenza, esclusioni e franchigie riducono l’operatività delle garanzie

Periodo di carenza, franchigia ed esclusioni, costi: nella scelta di una polizza sulla salute occorre fare attenzione a molti aspetti e seguire la regola aurea che impone di leggere con grande attenzione le condizioni contrattuali.

Innanzitutto occorre verificare di non avere già una copertura analoga a quella garantita dal prodotto che si sta per scegliere: magari in passato sono stati sottoscritti prodotti e servizi che prevedono garanzie accessorie su infortuni e malattie. Dopo aver escluso questa eventualità si passa al confronto tra varie polizze, piuttosto insidioso vista la varietà di prodotti e tipi di coperture presenti sul mercato. I simulatori in questo campo non sono molto utili, anche perché i pochi disponibili (come www.facile.it) mettono a confronto solo alcuni prodotti. Va tenuto conto che l’entità del premio dipende da età, condizioni di salute, stile di vita e professione del sottoscrittore, ma anche dall’ampiezza delle garanzie. Tra le polizze malattia, per esempio, le meno costose sono quelle che prevedono le indennità giornaliere per ricovero: sul mercato esistono polizze online attivabili anche con una decina di euro al mese. Per pacchetti di copertura completa invece si possono spendere sui 600-700 euro l’anno per il singolo individuo, cifra che sale progressivamente se si estende la protezione ad altri membri della famiglia.

Un altro fattore da considerare è la presenza, in queste polizze, del cosiddetto periodo di carenza, che decorre dalla sottoscrizione fino al momento in cui le garanzie diventano operative: in questa fase, anche se il premio è già stato versato, l’assicurazione non paga. Nelle polizze malattia, per esempio, per le spese relative al parto può essere stabilito un periodo di carenza particolarmente lungo, per esempio 300 giorni. Nelle polizze infortuni, invece, il periodo di carenza può nonessere previsto.

Ci sono altre condizioni che possono impedire l’operatività delle garanzie, come per esempio le clausole di esclusione previste dal contratto. In generale, nelle polizze malattia nonsono previste coperture per gli interventi di chirurgia plastica, gli aborti volontari non terapeutici, le condizioni patologiche che derivano da un delitto del sottoscrittore e le malattie legate all’abuso di alcol e stupefacenti. Spesso il verificarsi di alcune condizioni (Aids, alcolismo, schizofrenia) dopo la sottoscrizione della polizza ne determinano la decadenza, senza rimborso dei premi pagati. Nelle polizze infortunio, di solito sono cause di esclusione la guida di speciali veicoli come elicotteri e deltaplani e la pratica di sport violenti come il pugilato o il rugby, ma possono essercene altre previste dal contratto. Inoltre, le polizze spesso prevedono delle franchigie: un numero di giorni di ricovero sotto il quale non scattano diaria e rimborso delle spese mediche, o una percentuale di invalidità che viene esclusa dal calcolo dell’indennizzo. Va ricordato infine che l’assicurazione potrebbe rifiutarsi di pagare se l’assicurato non è stato sincero sulle proprie condizioni di salute: è bene quindi non mentire.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.