Opinione della Settimana

Grasso (Das Italia): «Tutela legale aiuto contro le lentezze della giustizia civile»

Roberto Grasso (2) Hp Imc

(Fonte: L’Arena)

Incremento di vendite di questo tipo di polizze per le imprese

La protezione legale rappresenta una tutela in più per affrontare la giustizia civile italiana. A sostenerlo Roberto Grasso (nella foto), direttore generale di Das Italia Spa (Gruppo Generali), compagnia assicurativa specializzata in protezione legale, con sede a Verona, una rete di oltre 1.400 broker e agenti assicurativi partner. Dati alla mano Grasso tratteggia lo scenario: «Nei primi sei mesi del 2014 sono fallite 8.101 imprese, 63 al giorno, il 10% in più rispetto allo stesso periodo del 2013 (dati Cribis D&B). Tra le cause, i problemi di liquidità, legati spesso alle insolvenze dei clienti e le difficoltà di accesso al credito».

DIFESA DEI DIRITTI. In un contesto di scarsità di risorse, «difendere i propri diritti, in controversie di natura legale, è sempre più complicato, data anche l’eccessiva burocrazia e lentezza della giustizia italiana», aggiunge. «Siamo infatti al 147esimo posto nel mondo per tempi e costi di risoluzione delle liti giudiziarie di natura commerciale. Ci vogliono mediamente 1.185 giorni per arrivare a soluzione di un contenzioso, come in Senegal, Guatemala, Nigeria», incalza. Se questo è il quadro, le imprese come possono affrontare le aule di un tribunale, considerando che nei procedimenti penali esiste l’istituto del gratuito patrocinio per l’assistenza legale ai meno abbienti, ma lo stesso non avviene in ambito civile, per le parti più deboli?

«Le polizze di tutela legale vengono in soccorso garantendo il rimborso delle spese per avvocati, periti, per il processo e, soprattutto, offrono servizio di assistenza e consulenza prestato dalla compagnia assicurativa, direttamente, attraverso un network di legali o da richiedere al proprio legale di fiducia», fa presente il direttore generale del Gruppo Das, che con oltre 1.900 dipendenti in 16 Paesi europei, produce più di 16 milioni di queste polizze, largamente diffuse in Germania (assorbe il 46% del mercato Ue), in Francia (12%), Olanda (9%), Regno Unito (8%) e Austria (6%). L’Ania, associazione nazionale imprese assicurative, ha rilevato che in nel 2013, le coperture di tutela legale sono aumentate del 4,8%, soprattutto a Nord Est, trend che si mantiene nel primo semestre 2014.

COMPARTO IN CRESCITA. Le oltre settanta compagnie di assicurazione, di cui sette specializzate nel ramo (tra loro la tedesca Arag, con sede italiana a Verona, ma anche Cattolica e Arca, ad esempio, offrono questa copertura, ndr) hanno raccolto premi per oltre 338 milioni di euro, il doppio rispetto a dieci anni fa. Tuttavia molte imprese e professionisti ancora non approfittano delle opportunità. «Invece esistono prodotti specifici, creati ad hoc per particolari categorie di professionisti o di aziende (pmi, top manager di cda e collegi sindacali, ecc) che afronte di cifre contenute, assicurano un’assistenza qualificata», conclude Grasso.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.