News

Ageas, risultati positivi dal consuntivo 2014

Ageas - Quartier generale di Bruxelles Imc

Il gruppo assicurativo belga chiude l’esercizio con l’utile netto assicurativo in rialzo del 13% a 737 milioni di Euro e con una crescita dell’11% della raccolta totale (a 25,78 miliardi). Proposto l’aumento a 1,55 Euro ad azione (+11%) per il dividendo in distribuzione

Ageas (nella foto, il quartier generale di Bruxelles) chiude un 2014 positivo sia in termini di flussi di raccolta che di risultati operativi. Il gruppo assicurativo belga ha presentato giovedì scorso i conti dell’esercizio appena concluso: la raccolta totale ha segnato un rialzo dell’11% a 25,78 miliardi di Euro, con afflussi in forte crescita anche nel quarto trimestre dell’anno (+16% a 6,3 miliardi). Il dato consuntivo è stato influenzato positivamente dalla crescita registrata in Asia (+22%) ed Europa Continentale (+26%). Sulla base dei risultati ottenuti nel 2014, il CdA di Ageas proporrà all’Assemblea annuale del prossimo 29 aprile un incremento dell’11% del dividendo lordo a 1,55 Euro per azione (pari ad un pay-out del 45%)

L’utile netto assicurativo ha registrato un miglioramento del 13% (a 737 milioni di Euro) rispetto al dato 2013, grazie al traino del comparto vita (+22% a 533 milioni di Euro) e di quasi tutte le aree regionali, ad eccezione dell’Europa Continentale, dove i profitti sono calati del 27% a 56 milioni, principalmente a causa di risultati inferiori alle attese in Turchia. Il segmento danni ha invece consegnato un utile in calo del 6% a 204 milioni di Euro, ma sul dato complessivo hanno pesato i circa 60 milioni sostenuti nel corso dell’esercizio per perdite assicurate da danni catastrofali.

La maggiore incidenza degli eventi meteorologici avversi ha chiaramente influenzato anche il combined ratio di gruppo, salito a 99,6% da 98,3% a fine 2013. Sull’indicatore hanno pesato anche le performance operative nel segmento auto del Regno Unito, della responsabilità civile terzi sul mercato domestico e l’incremento del rapporto costi di Gruppo.

Per quanto riguarda la distribuzione della raccolta, il comparto vita ha conseguito un rialzo del 14% a 19,73 miliardi ed è risultato in aumento anche il comparto danni (+3% a 6,05 miliardi). In Asia, la crescita complessiva è stata guidata dai rami vita e pari al 21% (11,9 miliardi), con un forte traino proveniente dalla Cina (+28%) e dai flussi molto positivi in Thailandia e Malesia. In Europa Continentale, la raccolta lorda è salita del 9% a 5,6 miliardi grazie all’aumento dei volumi riconducibili alle soluzioni di diritto lussemburghese (+26%) che hanno più che compensato il calo registrato in Portogallo (-7%). Nel dato delle soluzioni di diritto lussemburghese rientra anche larga parte dei flussi del comparto nel nostro Paese, il secondo per importanza all’interno del Gruppo per quanto riguarda questa tipologia di raccolta. Sul mercato domestico, la compagnia ha chiuso l’esercizio con 5,9 miliardi di Euro di raccolta, compensando il calo del collocamento di unit linked con il rialzo del 2% nei rami danni. In Italia (dove la compagnia, assieme a BNP Paribas Cardif, ha chiuso a fine anno l’accordo per l’acquisizione delle quote di minoranza di UBI Assicurazioni, ora diventata Cargeas Assicurazioni), infine, oltre al positivo contributo dei rami vita è da segnalare l’incremento del 3% per i volumi dei rami danni (217 milioni), dovuto al miglioramento della performance commerciale nel canale bancario, che ha portato alla crescita dei volumi di collocamento in tutte le linee del comparto.

Intermedia Channel


Ageas – Presentazione risultati esercizio 2014 (in inglese)

Articoli correlati
EsteroNews

Bermuda: Credit Suisse in appello dopo la condanna a risarcire per $600 milioni l’ex premier georgiano

Il Credit Suisse – scrive il Daily Herald – ha presentato appello contro la decisione…
Leggi di più
EsteroNews

Hong Kong si candida come centro assicurativo di collegamento tra la Cina e le grandi capitali finanziarie mondiali

La città, dove hanno già sede 12 dei primi 20 gruppi assicurativi mondiali, intende battere la…
Leggi di più
EsteroNews

Cina: I regulator chiedono agli assicuratori di comprare il debito pubblico ceduti dagli investitori al dettaglio

Le autorità di regolamentazione cinesi stanno chiedendo ai maggiori assicuratori del Paese di…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.