Opinione della Settimana

FonSai, sequestrati 9,5 milioni a Salvatore e Jonella Ligresti

Fondiaria Sai - Sede Milano (Foto ANSA-Matteo Bazzi) Imc

(Fonte: Milano Finanza)

La Guardia di Finanza di Torino ha eseguito un sequestro conservativo di 9,5 milioni di euro, in conti e titoli, riconducibili a Salvatore e Jonella Ligresti. Il sequestro è stato disposto dal gip di Torino, su richiesta del pm, Marco Gianoglio, titolare dell’ inchiesta sulla passata gestione di Fondiaria-Sai, già a processo, e su altri fascicoli legati alla compagnia assicurativa, confluita in UnipolSai, coordinati dal procuratore aggiunto, Vittorio Nessi.

Il sequestro è stato disposto nell’ambito di attività riferibili al procedimento già in fase dibattimentale davanti al tribunale di Torino per manipolazione del mercato e falso in bilancio, che vede tra gli imputati l’ingegnere di Paternò e la figlia. Il blocco dei 9,5 milioni di euro è stato deciso in quanto si ritiene che quei fondi stessero per essere trasferiti dall’Italia all’estero.

In particolare, la cifra sequestrata era stata intestata a tre società lussemburghesi (Hike Securities Sa, Canoe Securities Sa e Limbo Invest Sa) riconducibili alla famiglia Ligresti e gestiti dalla Compagnia nazionale fiduciaria. Si è arrivati a questi milioni perché la procura di Torino aveva dato mandato alla Gdf di fare accertamenti in materia di antiriciclaggio proprio sulla Compagnia fiduciaria. I conti erano intestati al 40% a Salvatore Ligresti e per il resto equamente divisi tra i suoi tre figli, Jonella, Gioacchino Paolo e Giulia Maria.

In totale avevano una disponibilità tra 16 e 17 milioni di euro, ma il sequestro riguarda solo 9,5 milioni, ovvero la parte riconducibile a Salvatore Ligresti e alla figlia Jonella. Infatti, per Gioacchino Paolo non c’è stato alcun intervento in quanto è cittadino svizzero e non c’è competenza territoriale della procura torinese, mentre Giulia Maria ha già patteggiato, uscendo dalla vicenda giudiziaria. Nei conti delle tre società lussemburghesi sono stati trovati anche azioni UnipolSai. L’intervento è stato disposto anche alla luce del fatto che si era tentato di liquidare le azioni e trasferire i proventi in conti correnti in Svizzera intestati alle tre società.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.