IVASS

Statistiche sulle sanzioni, dati annuali 2014

Sanzioni - Archivio Imc

Ancora in calo sia le ordinanze di ingiunzione: 3.211 (-8% rispetto al 2013) che l’importo totale delle sanzioni comminate (poco sopra i 23 milioni di Euro, quasi il 10% in meno)

Sono stati 3.211 i procedimenti sanzionatori aperti dall’IVASS nel 2014. E’ questo il dato che emerge dall’elaborazione delle statistiche sulle sanzioni dell’anno scorso, pubblicate sul sito dell’Autorità di Vigilanza. Il numero dei procedimenti, così come l’importo totale delle sanzioni comminate (23,09 milioni di Euro), è risultato nuovamente in flessione rispetto a quanto riscontrato nel 2013. L’anno scorso, infatti, erano stati aperti 3.496 procedimenti (il calo è quindi dell’8%) per sanzioni totali pari a 25,55 milioni di Euro (quasi il 10% in meno).

Nell’86,9% dei casi (2.792) i procedimenti sanzionatori hanno dato luogo ad ordinanze di ingiunzione. 419 invece i provvedimenti archiviati (13,1%).

Tipologia sanzioni

Per quanto riguarda la tipologia delle violazioni contestate, l’84% del totale (2.345) è riferito a violazioni in materia di RC Auto che hanno provocato il 71,3% delle multe inflitte – 16,47 milioni di Euro – ad imprese ed intermediari. Nel dettaglio:

  • Liquidazione Sinistri: 1.438 ordinanze (51,5%) – 11,64 milioni di Euro di sanzioni (50,4%);
  • Attestati di rischio: 498 ordinanze (17,9%) – 1,8 milioni di Euro di sanzioni (7,8%);
  • Banca Dati: 182 ordinanze (6,5%) – 2,05 milioni di Euro di sanzioni (8,9%);
  • Altri illeciti RCA: 227 ordinanze (8,1%) – 982mila Euro di sanzioni (4,2%).

Le altre violazioni sanzionate sono state 447 (16% del totale), con sanzioni pari a 6,62 milioni di Euro (28,7% del totale).

Destinatari sanzioni

Nell’88% dei casi (2.457), destinatarie delle sanzioni amministrative sono state le imprese, con 19,02 milioni di Euro di multe comminate (82,4% del totale). 330 (11,8%) le multe inflitte ad intermediari, con oltre 4 milioni di Euro di sanzioni (17,5%). Il dato degli intermediari è in netta crescita per quanto riguarda il numero dei provvedimenti – nel 2013 erano stati 210 – ma praticamente stabile per gli importi totali delle sanzioni. Gli altri destinatari hanno raccolto cinque ingiunzioni (0,2%), per 25.000 Euro di multa (0,1%).

Servizio istruttore del procedimento sanzionatorio

Per quanto riguarda i Servizi dell’Autorità di Vigilanza che hanno istruito i procedimenti sanzionatori, nel dettaglio:

  • Tutela del Consumatore: 2.199 ordinanze (78,8% del totale) – 13,89 milioni di Euro di sanzioni (60,2%);
  • Vigilanza Prudenziale: 76 ordinanze (2,7%) – 3,03 milioni di Euro di sanzioni (13,1%);
  • Viglianza Intermediari: 287 ordinanze (10,3%) – 3,85 milioni di Euro di sanzioni (16,7%);
  • Ispettorato: 48 ordinanze (1,7%) – 259mila Euro di sanzioni (1,1%);
  • Studi e Gestione Dati: 182 ordinanze (6,5%) – 2,05 milioni di Euro di sanzioni (8,9%).

Prime 10 imprese per importo sanzioni totali

UnipolSai è stata l’impresa più multata del 2014, con 3,93 milioni di Euro totali relativi a 417 ordinanze di sanzione amministrativa pecuniaria. Con sanzioni complessive superiori al milione di Euro seguono Carige Assicurazioni (2,87 milioni di Euro e 263 ordnanze), la rappresentanza italiana di Donau Versicherung – Vienna Insurance Group (2,83 milioni di Euro e 253 ordinanze), Generali Italia (1,55 milioni e 335 ordinanze) e Groupama Assicurazioni (1,49 milioni e 207 ordinanze). Tra le prime 10 imprese per importo sanzioni totali figurano anche Allianz, Aviva Italia, Sara Assicurazioni, Direct Line Insurance e la rappresentanza italiana di Zurich Insurance.

Donau è risultata l’impresa con l’importo medio per sanzione più elevato tra le prime 10 imprese multate: 11.171 Euro per ordinanza. Seguono Sara Assicurazioni (11.161), Carige Assicurazioni (10.908 Euro), UnipolSai (9.436 Euro) e Aviva Italia (9.187 Euro).

Le prime 10 imprese per importo totale delle sanzioni hanno subito multe per 14,66 milioni di Euro (63,5% sull’importo sanzioni totali del mercato), relative a 1.744 ordinanze (62,5% sul numero totale).

Prime 10 imprese per importo sanzioni Rc Auto

Per quanto riguarda le sanzioni riconducibili alla Rc Auto, è sempre UnipolSai l’impresa più sanzionata, con 2,98 milioni di Euro di multe relative a 402 ordinanze. Tra le imprese con sanzioni complessive del comparto superiori al milione di Euro seguono la rappresentanza italiana di Donau Versicherung – Vienna Insurance Group (2,73 milioni di Euro e 252 ordinanze), Carige Assicurazioni (2,57 milioni di Euro e 261 ordinanze), Generali Italia (1,45 milioni e 325 ordinanze) e Groupama Assicurazioni (1,4 milioni di Euro e 206 ordinanze). Tra le prime 10 imprese per importo sanzioni Rc Auto figurano anche Allianz, Direct Line Insurance, Aviva Italia, la rappresentanza italiana di Zurich Insurance e Axa Assicurazioni.

Proprio Axa Assicurazioni è stata l’impresa con l’importo medio più elevato per sanzione Rc Auto (12.222 Euro), seguita da Donau (10.850), Carige Assicurazioni (9.846), Aviva Italia (9.412) e Direct Line Insurance (8.313).

Le prime 10 imprese per importo totale delle sanzioni Rc Auto hanno subito multe per poco meno di 13 milioni di Euro (78,8% sull’importo sanzioni totali Rc Auto del mercato), relative a 1.697 ordinanze (72,4% sul numero totale). In base ai dati 2013, le prime 10 imprese sanzionate in materia di Rc Auto rappresentavano il 67,4% del mercato assicurativo del ramo.

Primi 10 gruppi assicurativi per importo sanzioni Rc Auto

Sempre restando in tema di sanzioni Rc Auto, ma allargando la classifica ai gruppi assicurativi, è stato il gruppo Unipol quello maggiormente sanzionato nel corso del 2014, con 499 ordinanze per 3,27 milioni di Euro di multa. Al secondo posto il gruppo Banca Carige, con 261 ordinanze e 2,57 milioni di Euro di sanzioni. Sopra il milione di Euro per importo complessivo delle sanzioni Rc Auto anche il gruppo Generali (1,58 milioni di Euro e 362 ordinanze) e Groupama (1,03 milioni di Euro e 169 ordinanze). Tra i primi dieci gruppi per importo sanzioni Rc Auto figurano anche Allianz, Axa Italia, Aviva, Cattolica Assicurazioni, Reale Mutua e Sara.

Per quanto riguarda gli importi medi più elevati per sanzione Rc Auto comminati ai gruppi assicurativi, Banca Carige è risultato il gruppo più colpito con 9.846 Euro per sanzione. A seguire, Aviva (9.278 Euro), Axa Italia (8.923 Euro), Reale Mutua (7.486 Euro) e Cattolica Assicurazioni (7.286 Euro).

I primi 10 gruppi per importo totale delle sanzioni Rc Auto hanno subito multe per 10,72 milioni di Euro (65% sull’importo sanzioni totali Rc Auto del mercato), relative a 1.611 ordinanze (68,7% sul numero totale). In base ai dati 2013, i primi 10 gruppi sanzionati in materia di Rc Auto rappresentavano l’81,6% del mercato assicurativo del ramo.

Prime 5 sanzioni (per singolo importo)

UnipolSai (già Fondiaria-Sai) è stata la destinataria della singola sanzione amministrativa più elevata comminata durante il 2014: con l’ordinanza n. 1167/14 del 19 marzo, l’Autorità di Vigilanza ha infatti disposto 712.600 Euro di multa nei confronti della compagnia per “gravi carenze nelle procedure di valutazione della riserva sinistri del ramo r.c. auto degli esercizi 2009 e 2010; errata rappresentazione delle informazioni di vigilanza relative al bilancio degli esercizi 2009 e 2010, determinata dalle diffuse irregolarità riscontrate nelle modalità operative adottate; indebiti trasferimenti di riserva sinistri a carico dei riassicuratori, effettuati nell’esercizio 2010; carenze gestionali relative all’attività svolta dalla rete liquidativa e irregolarità nella tenuta formale dei registri assicurativi del ramo r.c. auto; inosservanza dei termini di legge previsti per la gestione delle diverse tipologie di danno, con riferimento, in particolare, a n. 4 posizioni”.

A seguire, tre sanzioni amministrative da 500.000 ciascuna per la rappresentanza italiana di Donau Versicherung – Vienna Insurance Group e 294.000 Euro per Carige Assicurazioni. Le successive singole sanzioni amministrative più elevate (180.000 e 150.000 Euro) sono state invece le due principali disposte nei confronti degli intermediari; l’elenco è chiuso da un ulteriore sanzione da 150.000 Euro a carico di Sara Assicurazioni.

Intermedia Channel


Statistiche sulle sanzioni: dati annuali 2014 (file .zip)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaIVASSNews

Vincenzo Cirasola al CeTIF: “E’ fondamentale proteggere l’unicità del modello distributivo italiano imperniato sugli agenti di assicurazione”

Il presidente di ANAPA: “Sarebbe importante cercare di capire, anche grazie all’ausilio del…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaIVASSNewsSNA

Dai tre preventivi Rca a PreventIvass: una storia in equilibrio tra incoerenza e realtà

A tanti anni di distanza dal disegno che puntava a trasformare tutti gli agenti in plurimandatari…
Leggi di più
IVASSNews

Ivass segnala altri 12 siti internet irregolari

Si allunga la lista di siti web che distribuiscono polizze Rc Auto fasulle L’Ivass ha…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.