Opinione della Settimana

Reati su strada, i paradossi: Più tolleranza su alcol e frodi Rc

Frode Assicurativa - Incidente Imc

(Autore: Maurizio Caprino – Il Sole 24 Ore)

Non punibilità possibile anche per guida senza patente o sotto effetto di droga e fuga dopo incidente. Niente sconti su morte e lesioni

Vista dalla strada, la non punibilità per tenuità del fatto rischia di provocare strabismo. Colpa di due paradossi: proprio mentre si annuncia un giro di vite su omicidio stradale e truffe sulla Rc auto, la “depenalizzazione di fatto” che entra in vigore col Dlgs 28/2015 potrebbe far restare sostanzialmente impuniti i casi di guida in stato di ebbrezza non lievi (che sono proprio tra i presupposti del nuovo reato di omicidio stradale in discussione al Senato) e le frodi assicurative. Per il resto, il Dlgs tocca anche gli altri reati previsti dal Codice della strada: guida senza patente, fuga dopo incidente e guida sotto effetto di droghe.

Il paradosso sull’alcol deriva dal fatto che dall’agosto 2010 l’articolo 186 ha un doppio regime sanzionatorio: amministrativo per i casi considerati “lievi” (quelli in cui il tasso alcolemico è compreso tra 0,51 e 0,8), penale per quelli “medi” e gravi. Sanzioni amministrative anche sull’alcol zero, introdotto sempre nel 2010 per neopatentati e autisti di professione. Le violazioni amministrative non vengono toccate dal Dlgs 28/2015, quindi restano senza sconti (non si ha diritto nemmeno alla riduzione del 30% della sanzione pecuniaria introdotta da agosto 2013). Per le violazioni penali, invece, il giudice (il Tribunale monocratico, in questo caso) potrà sempre valutare che esistono gli estremi per la tenuità del fatto (legati a modalità della condotta, esiguità del danno o del pericolo e non abitualità del comportamento), per cui potrebbe decidere per la non punibilità.

Un beneficio che prima era escluso assolutamente: la Terza sezione penale della Cassazione, con la sentenza n. 23114/2007, aveva stabilito che potesse essere punito anche un conducente in stato di ebbrezza non grave e fermato in circostanze non pericolose senza aver causato danni. Alla fine, con le nuove norme al guidatore potrebbero restare solo i disagi legati al ritiro immediato della patente (poi restituita su ordine del giudice), alla necessità di nominare un difensore e agli eventuali accertamenti medici disposti per escludere che sia un bevitore abituale.

Quanto alle truffe Rc auto, il Ddl concorrenza presentato a febbraio dal Governo (senza che finora abbia fatto passi avanti in Parlamento) prevede un rafforzamento delle misure di contrasto, per esempio stabilendo che le risultanze dell’eventuale scatola nera fanno piena prova. Però ora, tra i reati cui è applicabile la non punibilità, c’è la frode assicurativa (articolo 642 del Codice penale). E verosimilmente il beneficio potrà essere negato con certezza solo in caso di megatruffe perpetrate da operatori organizzati.

Tornando al Codice della strada, va detto che tutti i reati in esso contenuti possono rientrare nei limiti della non punibilità. Quindi si parla di guida sotto effetto di droghe, rifiuto di sottoporsi ad accertamenti su alcol o stupefacenti, guida senza patente e fuga dopo incidente. Sono invece esclusi i reati previsti dal Codice penale con specifiche aggravanti quando commessi durante la guida: omicidio colposo e lesioni personali gravissime.

Su tutto il resto, si vedrà come si svilupperà la giurisprudenza.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.