Approfondimenti

Taglietti (MetLife): Multicanalità e partnership a servizio della Protection

Maurizio Taglietti (2) Imc

Una strategia distributiva alternativa incentrata sul know how acquisito sulla multicanalità e tramite importanti accordi bancassicurativi. L’orientamento al cliente come uno dei pilastri della differenziazione societaria a livello internazionale. Il 2015 di MetLife sarà un anno di continuità all’interno del piano triennale 2014/2016, ma è prevista un’ulteriore spinta per il direct marketing via web

Primo speciale dedicato al post Italy Protection Forum 2015. Con Maurizio Taglietti (nella foto), General Manager per MetLife in Italia, parliamo di significato della Protection per la compagnia, dei canali distributivi attraverso i quali si sviluppa l’attività societaria, delle prospettive per il 2015 e dell’orientamento al cliente, pilastro strategico del processo di sviluppo dell’offerta MetLife.

Dott. Taglietti, cosa significa Protection per Metlife?

Il concetto di Protection per MetLife corrisponde al cuore della promessa rivolta ai propri clienti, ovvero l’opportunità di mettere al sicuro ciò che conta davvero: il proprio benessere, i propri progetti familiari o imprenditoriali, il futuro dei propri cari. Dal punto di vista dell’offerta, sul mercato italiano questa promessa si concretizza con una gamma di soluzioni assicurative dedicate al mass market e al segmento corporate. Nel primo caso, parliamo delle temporanee caso morte pensate per proteggere lo stile di vita, come la nostra polizza Libera Mente che si distingue sul mercato per completezza delle coperture e competitività. MetLife offre anche una variante di offerta vita, dedicata anche a chi vuole proteggere i propri progetti imprenditoriali chiamata New Protection, oltre ad una serie di soluzioni salute, come, ad esempio, le polizze infortuni o indennitarie dedicate sia agli individui, ma anche al nucleo familiare, come ad esempio la nostra offerta Protezione Junior che prevede delle coperture specifiche anche per i più piccoli. Inoltre, MetLife propone soluzioni per la protezione dei titolari di mutui e finanziamenti, mentre per la clientela corporate, la compagnia propone la propria offerta Employee Benefits, segmento in cui è tra i leader mondiali.

Quali sono i canali distributivi che MetLife utilizza per il proprio business?

La strategia distributiva di MetLife in Italia si basa su due pilastri fondamentali: multicanalità e partnership. Sin dall’ingresso sul mercato italiano, la compagnia ha cercato modelli distributivi alternativi rispetto a quelli tipici adottati dai competitor e questo approccio ci ha permesso di accumulare nel tempo know how nella distribuzione multicanale. Oggi la compagnia si avvale di importanti partnership nell’ambito della bancassicurazione, con le quali distribuisce la propria offerta di creditor protection, ambito in cui è tra i leader del mercato, ma anche soluzioni vita e salute vendute allo sportello. In sinergia con la bancassicurazione, opera il canale direct marketing con il quale distribuiamo programmi assicurativi sulle customer base dei nostri partner, ma anche sul mercato aperto, sia telefonicamente, sia via web. Infine, ci avvaliamo di una rete di intermediari indipendenti, broker e agenti plurimandatari, che puntiamo a sviluppare sempre di più soprattutto per la distribuzione delle soluzioni di protection per il mercato retail.

In che modo la compagnia recepisce i bisogni dei consumatori e come formula la propria offerta?

MetLife ha fatto dell’orientamento al cliente uno dei pilastri della propria strategia di differenziazione a livello internazionale. All’interno del nostro processo di sviluppo dell’offerta e di gestione del cliente sono previsti numerosi strumenti di analisi dei bisogni e di verifiche della qualità del servizio offerto, della comprensione dell’offerta e della soddisfazione in generale.

Grazie a questi strumenti identifichiamo il potenziale delle offerte e le leve maggiormente percepite dai clienti. Uno dei fattori di successo rilevati su cui, ad esempio, abbiamo raccolto l’apprezzamento dei nostri clienti, soprattutto su quelli che hanno acquistato i nostri prodotti su web, è stata la chiarezza nel linguaggio utilizzato sui supporti di comunicazione e la semplicità nel processo di acquisto. Riteniamo importantissime queste aree per la diffusione delle soluzioni protection nel mercato retail ed alla quale stiamo dedicando molte risorse.

Quali sono le prospettive del Mercato e di MetLife per il 2015?

Il 2015 è l’anno in cui le prospettive per l’economia del nostro Paese sembrano essere più ottimistiche rispetto ai mesi scorsi, il mercato vita è in crescita e la sensibilità dei consumatori verso l’esigenza di tutela della salute e del futuro è, anch’essa, in aumento.

In MetLife vediamo il 2015 come un anno di continuità rispetto agli obiettivi che ci siamo posti per il triennio 2014/2016 e che vede crescere i canali strategici, ovvero partnership e business individuale. A questi si affianca un’ulteriore spinta al direct marketing sul mercato aperto soprattutto via web.

Intermedia Channel

Articoli correlati
ApprofondimentiIn EvidenzaNews

Covid-19: crolla il sentiment dei consumatori europei a marzo 2020

Milano, 7 aprile 2020 – L’epidemia di Coronavirus (COVID-19) sta avendo un impatto enorme sul…
Leggi di più
ApprofondimentiNews

Coronavirus : Uno studio DELOITTE per una previsione della diffusione del contagio da Covid-19 e dell’impatto economico in Italia.

Milano, 3 aprile 2020 – Saranno purtroppo oltre 120.000 le persone in Italia contagiate dal…
Leggi di più
ApprofondimentiNews

Solidarietà digitale: insieme ad agenti e broker per digitalizzare la gestione dei sinistri.

Uffici semi chiusi, clienti irraggiungibili: per gli intermediari italiani si è aperto un periodo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.