Opinione della Settimana

Assemblea Banca Generali: oggi la nomina del cda

Piermario Motta (4) Imc

(Autore: Luigi Dell’Olio – Il Piccolo)

Scontata la riconferma dell’ad Piermario Motta e del presidente Paolo Vagnone. Da inizio anno la raccolta ha raggiunto quota 1,14 miliardi di euro (+42%)

Banca Generali riunisce oggi i soci per l’assemblea annuale chiamata in primo luogo a deliberare sui conti del 2014, che si è chiuso con un utile netto in miglioramento del 14% a quota 161 milioni di euro. Il cda proporrà la distribuzione di un dividendo pari a 0,98 euro per azione, in leggero progresso rispetto a 0,95 di un anno fa. Il fronte costi operativi ha visto invece un aumento del 12% con oneri non ricorrenti per 9,2 milioni correlati in primo luogo all’accelerazione nello sviluppo dei progetti It e alla crescita per linee esterne. L’assemblea sarà chiamata anche ad approvare il cda per il prossimo triennio, ma la maggioranza assoluta nelle mani della capogruppo Generali (51%) non pone dubbi sui componenti della lista, che sarà capitanata da Paolo Vagnone e Piermario Motta (nella foto), attuali presidente e amministratore delegato in carica. Seguono Giancarlo Fancel, Philippe Roger Donnet, Giovanni Brugnoli, Anna Gervasoni, Massimo Lapucci, Annalisa Pescatori e, per la lista presentata sotto l’egida di Assogestioni Vittorio Emanuele Terzi.

Del resto Motta può vantare buone performance nel corso dell’ultimo mandato, con il titolo passato dai 9,1 euro di tre anni a poco meno di 30 euro. Merito di utili più che raddoppiati tra il 2011 e il 2014, men tre le masse sono passate da 23,4 a 36,5 miliardi di euro. La sensazione diffusa tra gli analisti è che l’anno in corso farà registrare un’ulteriore accelerazione, compiici i tassi ai minimi storici che spingono i risparmiatori a puntare sul risparmio gestito per cercare di salvaguardare i rendimenti.

Secondo quanto indicato dalla stessa società, a marzo la raccolta netta (data dalla differenza tra nuove sottoscrizioni e ricatti) di Banca Generali è stata pari a 437 milioni di euro, di cui 294 milioni realizzati dalla rete Banca Generali e 143 milioni da Banca Generali Private Banking. Da inizio anno la raccolta ha così raggiunto quota 1,14 miliardi di euro, con un balzo del 42% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Alla luce di questi numeri Icbpi ha confermato il rating “buy” sul titolo, alzando il target price da 26,5 a 32 euro. Gli esperti sono convinti che, grazie agli investimenti fatti dalla banca nel corso degli ultimi due anni, ai mercati finanziari favorevoli, a un contesto competitivo e alle previsioni positive sulla voluntary disclosure, il 2015 potrebbe essere un altro anno record per l’istituto triestino sia in termini commerciali, sia in fatto di guadagni. Icbpi vede poi un alto potenziale nella trasformazione dei conti deposito in asset di risparmio gestito (le stime oscillano fra 0,5 e 0,8 miliardi di euro). Poco più sotto si collocano le previsioni di Websim, che fissa il prezzo obiettivo a 30 euro e giudica il titolo “interessante”.

L’assise odierna potrebbe offrire anche qualche indicazione sull’andamento dei conti nel primo trimestre, in attesa della comunicazione ufficiale prevista per il 4 maggio. La sensazione diffusa tra gli addetti ai lavori è che si andrà verso risultati superiori rispetto a quanto stimato dalla società.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.