Opinione della Settimana

Generali, il ceo Greco: «Obiettivi raggiunti con un anno di anticipo»

Mario Greco (7) (Foto Piranha Photography) Imc

(di Laura Galvagni – Il Sole 24 Ore)

«Abbiamo raggiunto gli obiettivi con un anno di anticipo in condizioni di mercato e economiche difficili». Ancora una volta, Mario Greco (nella foto, di Piranha Photography), ceo delle Generali, ha voluto sottolineare la riuscita del piano di turnaround scritto dal management nel gennaio del 2012.

Lo ha fatto in apertura dell’assemblea di bilancio tenuta oggi a Trieste dove i conti sono stati approvati con il 47,3 per cento dei presenti (“Uno dei quorum piu’ alti della mia storia professionale”, ha commentato il presidente Gabriele Galateri di Genola). Assise dove il manager ha dato altri due segnali importanti: da un lato l’impegno dell’azienda a continuare ad aumentare la cedola in misura “sostenibile” per il gruppo e dall’altro ha rimarcato la totale “adeguatezza” della compagnia alla prossima introduzione di Solvency 2.

Tema, quest’ultimo, assai discusso nelle scorse settimane dopo che il solvency economico di Generali è risultato in discesa nel 2014 rispetto all’anno precedente (dal 184 per cento al 157 per cento se si considera la vendita di Bsi). Un calo, tuttavia, che l’azienda, e lo ha ribadito il cfo Alberto Minali, sarebbe del tutto fisiologico e legato al crollo dei tassi di interesse.

Quanto alla cedola, altra questione particolarmente sentita, poiché legata anche all’andamento del titolo, Greco ha ribadito la volontà di imboccare un percorso che porti a un aumento del dividendo. E in quest’ottica il ceo ha sottolineato che se il gruppo ha fatto enormi passi avanti in termini di risultato operativo, ciò che deve migliorare è “l’utile netto”. Profitti che in questi ultimi anni, ha ricordato il management, sono stati penalizzati da poste straordinarie. Per il 2015, però, è la previsione di Greco, “non sono previste altre svalutazioni”. Complice, probabilmente il lavoro fin qui effettuato: “la redditività è aumentata, abbiamo superato l’obiettivo del Roe operativo, i risparmi sui costi stanno arrivando e stanno andando a beneficio del risultato operativo e continueranno nel 2015, abbiamo ceduto le partecipazioni non core, il capitale è stato ricostituito”.

Tutto questo permetterà all’azienda di concentrarsi d’ora in poi esclusivamente sul business. E la compagnia lo dimostrerà, ha spiegato Greco, il prossimo 27 maggio quando presenterà alla comunità finanziaria il nuovo piano industriale. Un piano frutto del lavoro di 50 persone, tutte risorse interne delle Generali, affiancate da 10 prime linee.

Intanto, sullo sfondo, sul piano della governance, rispetto alla possibile introduzione del voto multiplo, il presidente Galateri ha spiegato che il tema “verrà affrontato in seguito e in ogni caso è una questione che compete ai soci”. Nei giorni scorsi prima Lorenzo Pellicioli, presente nel board del Leone in quanto rappresentante dell’azionista De Agostini, e poi Francesco Gaetano Caltagirone, socio con il 2,28 per cento, si erano detti favorevoli all’introduzione delle loyalty shares. Galateri ha ricordato che il passaggio al voto maggiorato richiede un quorum del 66 per cento.

In ragione di ciò i soci esteri e il loro voto risulterebbero fondamentali per l’eventuale introduzione. Oggi erano presenti con il 21 per cento del capitale, circa la metà di quello depositato in assise.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.