News

UNIQA, forte aumento degli utili nel primo trimestre 2015

Andreas Brandstetter Imc

Il gruppo assicurativo austriaco registra rialzi a doppia cifra sia per l’utile delle attività ordinarie (+15,5% a 94 milioni di Euro) che per l’utile netto consolidato (+37,5% a 76,9 milioni). I risultati hanno beneficiato dell’ulteriore riduzione delle spese amministrative e di un maggiore ritorno dagli investimenti. In decisa crescita (+19,8%) anche i premi contabilizzati, saliti oltre quota 2 miliardi di Euro. In peggioramento il combined ratio, che sale di quasi un punto percentuale a 98,8%. La compagnia ha confermato gli obiettivi per fine anno riferiti al risultato della gestione ordinaria, che dovrebbe oscillare tra 425 e 450 milioni di Euro

Positivo inizio di 2015 per il gruppo UNIQA, che nei primi tre mesi ha generato consistenti rialzi sia per l’utile delle attività ordinarie, salito del 15,5% a 94 milioni di Euro, che per l’utile netto consolidato (+37,5% a 76,9 milioni). Buone indicazioni anche dal volume dei premi contabilizzati, cresciuti del 19,8% a 2,04 miliardi e trainati dal significativo risultato della raccolta in premi unici dei rami Vita (+129,9%) nei canali bancassicurativi del mercato domestico austriaco ed in Italia. Il comparto ha segnato un rialzo complessivo del 48,5% a 972 milioni di Euro, mentre i segmenti Salute e Danni hanno registrato progressi più contenuti (rispettivamente +4,6% a 260,9 milioni di Euro e +1% a 806,5 milioni).

Il gruppo assicurativo austriaco ha ulteriormente ridotto le spese amministrative del 10,7% a 90,1 milioni e, nonostante la forte crescita dei premi, le spese operative complessive sono cresciute solamente del 3% a 335,7 milioni di Euro. Ne ha di conseguenza beneficiato anche il rapporto costi di Gruppo, sceso dal 21,8 al 18,4%. Nel corso dei prossimi trimestri, segnala tuttavia la compagnia, l’indicatore è destinato a risalire in conseguenza del pianificato rallentamento nel tasso di sviluppo della raccolta premi. Il combined ratio è peggiorato di quasi un punto percentuale – da 97,9% a 98,8% – a causa dell’incremento dei sinistri registrato nel comparto delle PMI e ad un rafforzamento delle riserve destinate ai sinistri di grande entità.

Secondo il CEO Andreas Brandstetter (nella foto) “il buon inizio di 2015 e la crescita registrata sono la principale conseguenza dell’ulteriore riduzione delle spese amministrative e di un maggiore ritorno dagli investimenti”. Brandstetter ha ovviamente accolto con favore il progresso nella raccolta, sebbene abbia ammonito sul suo sviluppo complessivo nel corso dell’esercizio, poichè il Gruppo non sta mirando ad un’ulteriore crescita dei premi unici nei rami Vita, soprattutto in considerazione dell’attuale contesto di bassi tassi tassi di interesse, aggravato anche dalle decisioni della Banca Centrale Europea in merito agli acquisti programmati di titoli finanziari. Il CEO di UNIQA ha tuttavia confermato gli obiettivi per fine anno riferiti al risultato della gestione ordinaria, che dovrebbe oscillare tra 425 e 450 milioni di Euro.

Intermedia Channel


Gruppo UNIQA – Report primo trimestre 2015 (in inglese)

Articoli correlati
News

L’inflazione non è un rischio importante per gli assicuratori, dice JP Morgan

L’aumento dell’inflazione non solo è gestibile, ma non rappresenta un rischio…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: salta l’accordo da $2,7 miliardi raggiunto da Calpers sui piani long term care

Il 30% dei potenziali beneficiari no ha sottoscritto l’intesa facendo scattare la clausola di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Climate change: soltanto l’8% degli assicuratori preparati ad affrontarlo

Pubblicata survey di Capgemini-Efma sugli effetti del cambiamento climatico nell’industria delle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.