News

SDA Bocconi, stare al passo con l’evoluzione delle assicurazioni

SDA Bocconi Imc

Cambiamenti di natura istituzionale, demografica e tecnologica stanno trasformando il business del settore assicurativo. A partire dal mese di giugno un nuovo percorso formativo di SDA Bocconi consentirà di rafforzare le competenze manageriali, strategiche e di risk management

SDA Bocconi – la scuola di direzione aziendale e cultura manageriale dell’Università Bocconi – ha ideato il Percorso Manageriale Assicurativo, un nuovo percorso formativo coordinato da Paola Castelli (SDA professor di Intermediazione finanziaria e assicurazioni) che consente di rafforzare in modo integrato le competenze manageriali, strategiche e di risk management necessarie per operare con successo nel settore.

Le imprese del settore assicurativo – si legge in una nota – si trovano ad affrontare un mercato in forte evoluzione stimolato da numerosi cambiamenti, di natura istituzionale, demografica e tecnologica, che portano a rivedere molti aspetti del business (inclusi il target di clienti, le forme di prodotti e le politiche degli investimenti). Sul fronte istituzionale la principale novità è rappresentata dall’entrata in vigore, a gennaio 2016, di Solvency II, il nuovo contesto di vigilanza che rivoluzionerà in ottica più prudenziale le modalità di calcolo delle riserve e la cultura stessa del rischio per garantire una maggiore solvibilità delle compagnie.

“Solvency II avrà un impatto su ogni attività delle imprese assicurative – spiega Castelli –. Spingerà a rivedere le logiche e le tecniche di misurazione e controllo dei rischi, del capitale e del valore, in ottica manageriale e regolamentare. Rivoluzionerà il disegno dell’asset allocation strategica, la gestione della rete distributiva, la definizione della politica riassicurativa e il disegno dell’offerta commerciale”.

Per quanto riguarda i cambiamenti demografici – continua la nota –, le nuove ed emergenti caratteristiche dei clienti stanno richiedendo lo sviluppo di nuove tipologie di prodotti assicurativi, nuovi criteri di pricing e nuovi canali distributivi. La crescente senilizzazione della popolazione, per esempio, sta comportando una maggiore richiesta di assicurazione sanitaria e previdenziale. L’ingresso nel mercato dei nativi digitali, invece, spinge le aziende ad essere sempre più digitalizzate nella gestione del cliente e nella distribuzione e vendita dei prodotti. Mentre la crescente presenza di immigrati richiede prodotti di ‘micro-assicurazione’ a prezzi contenuti. Sul fronte della tecnologia, oltre alle opportunità di digitalizzazione di processi e prodotti, vanno menzionate poi le possibilità di utilizzo dei big data per la gestione dei clienti e il contenimento delle frodi.

“Ci troviamo dunque dinanzi ad un settore caratterizzato da una drammatica esigenza di cambiamento ma anche da ampie potenzialità di sviluppo – prosegue Castelli – Le opportunità da cogliere sono infatti molte (nuovi clienti, prodotti e canali distributivi) e per coglierle la parola d’ordine è innovazione”.

Per questo, tra le competenze fondamentali che deve possedere oggi un manager del settore, c’è la capacità di governare l’innovazione, guidare il cambiamento e organizzare un processo di pianificazione strategica. “Questo implica anche il superamento di competenze specifiche per arrivare ad una visione d’insieme della propria azienda e del settore”, conclude la coordinatrice del nuovo percorso formativo SDA Bocconi.

Il percorso è composto da tre programmi di formazione “che nel loro complesso consentono di acquisire una visione manageriale ad ampio spettro dell’impresa e del mercato assicurativo”. In particolare, Core Insurance Program (8-10 giugno e 6-8 luglio) mira a spiegare il funzionamento delle compagnie di assicurazione “in una logica di catena del valore, fornire le competenze interfunzionali necessarie per operare in posizioni di responsabilità e focalizzare le principali evoluzioni del settore”. Progettare l’innovazione e il cambiamento nelle assicurazioni (19-21 ottobre) si focalizza “sulle criticità e le esigenze di innovazione e cambiamento e le modalità di implementazione”. Controllo dei rischi e capital management nelle assicurazioni (25-27 novembre), infine, analizza i rischi specifici dell’impresa assicurativa e le valutazioni “per un’efficiente allocazione del capitale, sia in logica manageriale, sia regolamentare”.

Per maggiori informazioni: www.sdabocconi.it/percorsoassicurazioni

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: pagati risarcimenti per £1,5 miliardi per interruzione dell’attività in seguito a covid-19

La stima viene dalla Fca che ha analizzato gli effetti della sentenza emessa nel 2021 dalla Corte…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Pet insurance: il mercato previsto in forte crescita nei prossimi anni

La dimensione globale crescerà dagli attuali $8,1 a $32 miliardi entro il 2030 ad un tasso di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Europa: warning Eiopa su polizze CPI

I risarcimenti sono inferiori al 30% dei premi lordi pagati dai consumatori L’Eiopa ha…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.