Opinione della Settimana

«Basta un anno di tirocinio ai promotori finanziari»

Promotori finanziari - Studio associato Imc

(di Vitaliano D’Angerio – Plus24)

E’ la proposta avanzata dall’Anasf, l’associazione della categoria, al tavolo Consob sulla formazione

Un solo anno di tirocinio per l’accesso alla professione di promotore finanziario. E a chi supera l’esame e si iscrive all’albo entro il primo gennaio 2016 (un anno prima dell’entrata in vigore della direttiva Ue Mifid 2) non dovrà esser chiesto alcun requisito ulteriore. Questa la proposta di Maurizio Bufi, presidente dell’associazione nazionale promotori finanziari (Anasf), che insieme ad altre organizzazioni di settore come Assoreti (reti di distribuzione), Abi (banche) e Assosim, partecipa a un tavolo di confronto presso la Consob, l’authority dei mercati finanziari.

Proposta Anasf

La discussione in Consob è stata aperta dopo la messa in consultazione, il 23 aprile scorso, di un documento che individuava le caratteristiche professionali indispensabili per erogare il servizio di consulenza finanziaria. A delineare tale quadro è stata l’autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (Esma): il tema è stato anticipato da Plus24 il 16 maggio scorso. Qui vogliamo focalizzare l’attenzione sull’argomento che sta più a cuore ai promotori: l’eccessiva lunghezza del tirocinio (ben 5 anni) richiesto alle nuove leve da Esma. «È impensabile un periodo così lungo di tirocinio per diventare promotore finanziario. Noi abbiamo presentato una proposta di mediazione: un solo anno di affiancamento – spiega Bufi – e, in seconda battuta, proporremo che non venga chiesto alcun ulteriore requisito a chi si iscrive all’albo dei promotori entro il primo gennaio 2016. L’albo in Italia c’è, in altri paesi no. È giusto che le nostre peculiarità vengano valorizzate».

La formazione

Sulla stessa linea Anasf, è anche Efpa Italia, una delle società che certificano la formazione dei promotori e che fa parte del network europeo Efpa. Aldo Varenna è il presidente in Italia, partecipa al tavolo Consob come tecnico del settore, e nel recente congresso di Genova ha proposto di «introdurre in via obbligatoria, in tutte le reti, un tutor da affiancare al giovane promotore. Con il supervisore raggiungiamo un doppio risultato: tuteliamo il cliente da eventuali errori e formiamo chi comincia la professione del promotore».

Quella del tutor è un ritorno al passato, una sorta di praticantato abolito da Consob nel 1998 e che durava però soltanto sei mesi. Ora se ne propone la reintroduzione. «Voglio sottolineare però – ricorda il presidente Anasf – che le linee guida Esma sull’accesso alla professione, non riguardano solo le reti di promotori ma tutti coloro che eserciteranno il ruolo di advisor e quindi anche i bancari».

I certificatori

C’è infine la questione della certificazione. Le associazioni di categoria si stanno attrezzando. «Sì anche Anasf vuole inserirsi fra coloro che fanno formazione – aggiunge Bufi – ed è quello che proporremo a Consob. Non si capisce perché la formazione debba essere effettuata soltanto dagli intermediari». Ci sono anche Abi Formazione e Assoreti Formazione che organizzando corsi con attestati di partecipazione. Oltre appunto a Efpa che rilascia a livello internazionale da 10 anni pure in Italia una certificazione indipendente: quest’ultima, seppur non prevista da alcuna legge, ha una decisiva valenza professionale perché, sottolinea Varenna «è realizzata da una commissione esterna alla realtà aziendale del consulente finanziario».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.