Opinione della Settimana

Ddl concorrenza, Guidi: Governo aperto a modifiche

Federica Guidi (Foto della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Palazzo Chigi) Imc

(di Carmine Fotina – Il Sole 24 Ore)

Al via l’iter al Senato. «Sull’Rc auto possibili interventi sulle tabelle per i risarcimenti delle macrolesioni e sugli sconti obbligatori»

Si riaprirà al Senato il cantiere della legge concorrenza. L’audizione svolta ieri dal ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi (nella foto, della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Palazzo Chigi) davanti alla commissione Industria di Palazzo Madama preannuncia possibili cambiamenti, soprattutto per l’Rc auto, uno dei capitoli più contestati.

Il Ddl, approvato dalla Camera due settimane fa, ha ufficialmente iniziato il suo percorso al Senato dove si possono prevedere numerosi emendamenti e tentativi di modificare ancora il testo, anche su altri settori sensibili come la distribuzione dei farmaci e i professionisti.

Guidi non chiude le porte. «Tutto può essere migliorato. Il Governo è aperto sia alla migliore definizione delle norme già previste, sia, eventualmente, a valutare l’introduzione di ulteriori misure che rendano il Ddl ancora più incisivo». Il primo riferimento diretto è a una delle misure chiave del pacchetto Rc auto, relativa all’adozione di tabelle per il risarcimento delle macrolesioni uniformi su tutto il territorio nazionale. Fonte di polemiche, la norma potrebbe essere almeno parzialmente rivista: «È un intervento atteso da anni e particolarmente complesso – dice Guidi – di conseguenza, qualunque intervento migliorativo da parte del Senato è benvenuto».

Vale lo stesso discorso per le clausole antifrode, da sottoscrivere ex ante per accedere a sconti obbligatori delle compagnie. Tra le clausole, rientra l’installazione sul veicolo di una scatola nera per la registrazione dei dati. La nuova disciplina tuttavia non appare ancora ben definita e il ministro ammette che «sulle modalità applicative della scontistica obbligatoria è forse opportuno un approfondimento, anche grazie al contributo che verrà dall’Ivass». Sulle altre principali misure – dalle tlc alle poste ai farmaci e ai professionisti – Guidi non concede anticipazioni. Ma è noto che sono diversi i punti controversi che il lavoro della Camera non ha ancora risolto, con relativa coda di polemiche.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.