Opinione della Settimana

Cattolica, festa per la Fondazione: «Solidarietà fa rima con impresa»

Cattolica Assicurazioni - Logo angelo Imc(di Alessio Corazza – Corriere di Verona)

Nuova sede in via Adua, dove la compagnia nacque nel 1896. Plauso di Zenti

Cattolica torna alle origini. Nello stesso isolato che vide la nascita, nel 1896, della compagnia assicurativa veronese, è stata inaugurata ieri la nuova sede della fondazione di Cattolica, nata nel 2006. Siamo in via Adua, pieno centro storico (ai nuovi uffici si accede dall’ingresso dell’Hotel Vittoria). Il presidente di Cattolica, Paolo Bedoni, è raggiante: «È un ritorno a casa – spiega – abbiamo voluto dotare la fondazione di una nuova sede restando fortemente ancorati in città».

È anche l’occasione per un primo bilancio dell’attività quasi decennale di Fondazione Cattolica. Bedoni, affiancato dal segretario generale Adriano Tomba, insiste su un dato, in particolare: delle 2.441 iniziative sociali finanziate, 684 sono progetti. «La fondazione – spiega il presidente – vuole creare solidarietà attraverso l’attività di impresa. Vogliamo lavorare sempre di più attraverso gare e bandi, riducendo i contributi a pioggia». Un approccio che finora ha portato risultati, se è vero che, grazie ai progetti finanziati, sono state inserite nel mondo del lavoro 192 persone, grazie anche al contributo disinteressato di 36.053 volontari.

La Fondazione Cattolica è alimentata direttamente dalla compagnia, che può destinarvi fino a un massimo del 6 per cento dell’utile, ma a sua volta vanta un patrimonio che oggi supera in cinque milioni di euro, frutto in larghissima parte dei risultati di gestione degli esercizi precedenti. In questi anni, come ricorda Bedoni, sono stati destinati al territorio circa 13 milioni di euro.

La mission della fondazione prevede quattro ambiti di intervento (assistenza sociale, beneficenza e volontariato; educazione, istruzione, formazione; attività culturali di rilevante valore sociale; studio e ricerca) guidati dall’adesione ai valori cattolici. Ma attenzione: questo non vuoi dire che i proponenti dei progetti debbano per forza essere cattolici o credenti.

All’inaugurazione, ieri mattina (venerdì 6 novembre, ndIMC), è intervenuto il vescovo Giuseppe Zenti. «Anche a Verona ci sono i disperati – ha ricordato, prima della benedizione – è un atto di fierezza che chi ha dei beni li voglia destinare a chi non ne ha. Cattolica può dire di essere in prima linea, per intervenire in situazioni in cui nessuno di noi vorrebbe mai trovarsi». Il vescovo si è augurato che, anche dall’esempio di fondazione Cattolica, parta una grande campagna di sensibilizzazione per il «sociale debole». «Tutto quello che viene dato a me – ha ricordato – passa direttamente alla Caritas». Il sindaco Flavio Tosi ha citato, oltre a quello di Cattolica, l’esempio di altri grandi gruppi industriali della città come il Banco Popolare, Glaxo, Calzedonia «e molti altri», che «devolvono parte dei loro utili a fini sociali», e questo «è un fatto nobile, che testimonia uno spirito solidaristico nei confronti della comunità in cui si opera».

Folta rappresentanza istituzionale tra il pubblico, oltre a buona parte del management e dei consiglieri di amministrazione di Cattolica, tra cui il direttore generale Giovanni Battista Mazzucchelli e Pilade Riello.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.