Opinione della Settimana

“Solidarietà Veneto”, il modello del fondo che aiuta le imprese

Andrea Tomat (3) Imc

(di Antonella Benanzato – Il Giornale di Vicenza)

Investe il 7% del suo patrimonio nell’economia reale. Baretta: «Lo Stato guarda ad esempi così»

Solidarietà Veneto, il primo fondo pensione territoriale avviato in Italia che coinvolge tutto il mondo produttivo del Veneto, compie 25 anni e li ha festeggiati con un convegno al Centro congressi Papa Luciani (a Padova, ndIMC). È il primo ad avviare la gestione multiprodotto e l’unico fondo pensione contrattuale aperto al mondo del lavoro autonomo. Ma soprattutto “Solidarietà Veneto” (fondato da associazioni di categoria e sindacati) è il primo fondo pensione ad aver avviato gli investimenti diretti sottoscrivendo 2 progetti di investimento in Pmi del territorio (private equity).

INVESTE NELLE IMPRESE VENETE. Il patrimonio gestito da Solidarietà Veneto, al 30 settembre, ha superato i 920 milioni: lo scorso anno ha registrato una crescita di oltre 137 milioni (+19%). Gli investimenti in economia reale valgono complessivamente circa 70 milioni, ma il valore aggiunto di Solidarietà Veneto è l’introduzione dell’investimento in capitale di piccole e medie imprese, che presto raggiungerà il 3-5% del patrimonio, per un valore di circa 30 milioni. A raccontare la storia e i progetti di un sistema di previdenza complementare destinato a fare scuola nel panorama, non solo Veneto ma nazionale, è stato il presidente Andrea Tomat (nella foto): «In Veneto oggi possiamo contare su un investitore istituzionale come Solidarietà Veneto. Più cresce il patrimonio, più risorse possono tornare sul territorio grazie al percorso di investimenti avviato dal fondo. In Ue è così da tempo: i fondi pensione investono sull’economia reale il 7% del patrimonio, in Italia siamo fermi al 3,5%. Solidarietà Veneto è al 7%».

PLAUSO DAL GOVERNO. Il sottosegretario all’economia Pier Paolo Baretta plaude alla «battaglia portata avanti» dal fondo nel campo delle previdenza complementare: «Sono favorevole a una maggiore integrazione pubblico-privato del welfare e credo sia necessario un ripensamento complessivo della sistema. Da questo punto di vista, l’esperienza di Solidarietà Veneto può essere un modello a cui guardare». Anzi Baretta aggiunge che «attirare investimenti diretti sul territorio è assolutamente “favorito” dallo Stato, che già nella Legge di Stabilità del 2014 aveva deciso di equiparare ed estendere il regime di abbattimento fiscale previsto per gli investimenti in titoli di stato anche agli investimenti di tipo “diretto”, rendendoli quindi più competitivi».

REGIONE: STAFFETTE GIOVANI-ANZIANI. L’assessore regionale Elena Donazzan dal convegno di Padova lancia una proposta sulla cosiddetta “staffetta generazionale”. Un obiettivo «che s’inserisce in questo contesto e che vogliamo perseguire convintamente, anticipando ove possibile l’uscita del lavoratore anziano attraverso un patto con un giovane che entra nel mondo del lavoro, all’interno di un progetto cofinanziato dal fondo privato e dal Fondo Sociale Europeo».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.