Opinione della Settimana

Generali: entro l’anno l’esito del sondaggio sul voto multiplo

Gabriele Galateri di Genola (5) (Foto Giuliano Koren, Trieste) Imc

(di Laura Galvagni – Il Sole 24 Ore)

Lo ha detto ieri il presidente Galateri. I soci italiani non bastano per introdurre la modifica, fondamentale il peso dei fondi. All’ultima assemblea era presente il 47% del capitale: il 26% faceva riferimento agli azionisti storici il resto a investitori internazionali

«Vi daremo una risposta tra poco». Così si è espresso il presidente di Generali, Gabriele Galateri (nella foto, di Giuliano Koren – Trieste), parlando con i giornalisti che chiedevano quando sarà reso noto il sondaggio tra gli azionisti per introdurre il voto maggiorato. Alla domanda se ciò avverrà entro fine anno, Galateri ha risposto: «Certo, certo, in tempi brevi. Non è un mistero. È una riflessione che si sta facendo evidentemente per avere, come è stato detto da molti azionisti, una visione ampia di quello che i nostri soci desiderano. Appena siamo pronti ve lo diremo».

La questione è evidentemente chiave in un’ottica di futuro assetto di controllo del Leone di Trieste ma pare destinata a dover fare i conti con il sentiment dei grandi fondi internazionali, ormai soci di peso della compagnia assicurativa. Per questo Galateri avrebbe di fatto avviato una sorta di ricognizione informale tra i principali stakeholder. Operazione che non sarebbe ancora terminata e nata dopo che nei mesi scorsi, alcuni dei soci storici del Leone avevano sollevato il tema di una possibile introduzione del voto multiplo. Tra questi, si erano schierati apertamente a favore Gilberto Benetton che attraverso Edizione ha poco meno dell’1% della compagnia e prima ancora, più o meno a ridosso dell’assemblea di bilancio, Lorenzo Pellicioli, membro del consiglio delle Generali in quota all’azionista De Agostini, e quindi Francesco Gaetano Caltagirone, vice presidente della compagnia ma in questo caso, soprattutto, azionista del gruppo con una quota del 2,28% del capitale. Complessivamente, i tre soci valgono il 5% del capitale delle Generali (De Agostini è recentemente scesa all’1,716% della compagnia assicurativa dal 2,433% precedente poiché il pacchetto è stato attribuito agli azionisti diretti di Dea Partecipazioni). Una quota importante ma che, per diventare determinante, nel caso in cui si volesse realmente ragionare di una possibile introduzione del voto maggiorato, dovrebbe essere più che quintuplicata. Stanti i numeri espressi nelle assemblee più recenti, perché la delibera venga approvata servirebbe il 31% del capitale favorevole, cioè il 66% dei presenti (all’ultima assise è stato depositato il 47% delle Generali). Il che significa che servirebbe il 26% riconducibile agli azionisti italiani più almeno un 5% di fondi esteri, presenti con il 21% all’ultima assemblea.

Un’ascesa importante quella del capitale straniero se si pensa che nel 2012 valevano il 9,2% e lo scorso anno il 15,2%. Quest’anno hanno superato il 20% di fatto grazie all’ingresso di BlackRock (al summit dei soci si è presentato con il 2,61%) e di People’s Bank of China. E soprattutto il primo, seppure in maniera indiretta, si è espresso in più occasioni in maniera poco favorevole al voto multiplo. Senza contare che, sulla carta, il nocciolo italiano potrebbe scontare qualche punto percentuale in meno nei prossimi anni considerata l’intenzione di Mediobanca di ridurre il proprio peso. E Piazzetta Cuccia, peraltro, oggi azionista al 13% del capitale, continua a ribadire che l’opinione del mercato sul tema è fondamentale. Di qui la decisione di procedere con un sondaggio tra i più grandi investitori.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.