Opinione della Settimana

Vacanze, gli operatori chiedono tempo sul via al Fondo garanzia rischi

Viaggi (2) Imc

(di Laura Dominici – Il Sole 24 Ore)

Tour operator e agenzie di viaggi sono chiamati a garantire una maggiore tutela assicurativa ai propri clienti ma chiedono tempo per fissare le nuove regole. La legislazione europea impone che il Fondo di garanzia, attualmente gestito dal Mibact (230mila euro circa le risorse annuee) e che interviene per coprire insolvenze o fallimenti e per garantire il rimborso o il rimpatrio ai clienti in viaggio, venga dismesso. Dal primo gennaio prossimo la sua gestione passerà al mondo delle imprese, che dovranno essere assistite da polizze assicurative o garanzie bancarie. I tempi però sono strettissimi e tanti ancora i punti da chiarire. Per questo le aziende turistiche hanno chiesto una proroga sui tempi previsti per il passaggio di consegne.

«La discussione è aperta sulle modalità di alimentazione del Fondo», assicura il presidente di Astoi Confindustria Viaggi Luca Battifora. Francesco Tapinassi, dirigente Mibact, avverte che «le imprese hanno presentato delle richieste scritte ora al vaglio del nostro ufficio legislativo».

L’ago della bilancia è rappresentato dalle società di assicurazioni, che stanno cercando di valutare la portata della normativa. Secondo un report internazionale, «il mercato assicurativo delle coperture viaggi ed assistenza in venti paesi europei – svela Giorgio Manenti, commercial director di Mapfrevale 3,86 miliardi (anno 2014) ed è previsto che la raccolta salga ad oltre 4,5 miliardi (+17,6%) entro il 2018». In Italia la stima di Erv su dati Finaccor parla di 151,5 milioni di valore delle polizze nel 2014. Un business che potrebbe crescere del 20% nei prossimi anni, anche con l’applicazione della legge europea.

Intanto il rischio terrorismo ha fatto muovere le società assicurative. Allianz ha lanciato la novità di Ex-tension che verrà introdotta in tutte le polizze viaggio Globy garantendo assistenza, spese mediche e copertura bagaglio anche in caso di attentati terroristici. Axa Assistance consentirà dal primo dicembre di estendere gratuitamente su tutti i prodotti della linea Tripy la copertura per terrorismo sulle garanzie di assistenza sanitaria e spese mediche. Anche Ami Assistance e Europe Assistance Italia stanno valutando una copertura di rischio in caso di attentati.

In merito alla gestione del Fondo di Garanzia, Emanuele Ruzzier, rappresentante generale per l’Italia di Erv, spiega: «Lo scenario tedesco, con la costituzione di un consorzio di compagnie assicurative, può rappresentare una soluzione ideale anche per l’Italia». Il mercato travel rappresenta per Europ Assistance Italia un 25% del suo fatturato totale. «Dopo alcuni anni di difficoltà – avverte Valerio Chiaronzi, chief commercial officer di Europe Assistance – il settore travel è in netta crescita, con uno spostamento delle destinazioni per motivi geopolitici. Abbiamo avviato dialoghi continui con Gruppo Generali per cercare soluzioni sostenibili per tutte le parti in causa».

Se crisi economica e terrorismo hanno fatto registrare una flessione dei premi sulle polizze vendute attraverso i pacchetti tradizionali dei tour operator, Filo diretto Assicurazioni riscontra «un netto incremento di polizze provenienti dalle online travel agency e dalle agenzie di viaggio». Ora la nuova norma sulla gestione del Fondo lascia ampi spazi di interpretazione: «Stiamo cercando di valutare la portata della normativa, soprattutto laddove impone il rientro immediato del turista – spiega Filo diretto –. Tra le difficoltà, c’è sicuramente quella di stabilire il premio, commisurandolo al fatturato annuo dell’operatore turistico».

La sensibilità dei passeggeri verso le assicurazioni viaggio è molto cresciuta negli ultimi anni. «Con riferimento alla garanzia annullamento – dichiara Michele Cossa, ad Borghini e Cossala crisi economica ha portato ad una maggiore attenzione per il valore del viaggio e per la sua tutela in caso di eventi che costringano a cancellare la partenza. In generale la diffusione delle polizze è aumentata anche grazie alle piattaforme di vendita online».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.