Opinione della Settimana

La telematica a bordo? Rivoluzionerà le polizze

Assicurazioni - Telematica Imc

(di Roberto E. Bagnoli – Corriere Economia)

Auto, casa, salute: in queste tre aree i dispositivi mobili che consentono di archiviare informazioni stanno rivoluzionando il settore assicurativo e le aspettative dei clienti.

Secondo una ricerca di Accenture, per esempio, per il 2020 le polizze basate sulla scatola nera che rileva il comportamento alla guida passeranno in Italia dalle attuali 3,4 a 9,7 milioni. Numeri, questi, che consolideranno la leadership mondiale del nostro paese per numero di dispositivi installati. «L’Internet delle cose comprende l’insieme di strumenti mobili connessi che offrono una capacità di stoccaggio dei dati — spiega Gionata Tedeschi, responsabile digital e insurance strategy di Accenture —. Per esempio smartphone, tablet e wearable device, cioè dispositivi che tengono sotto controllo lo stato di salute delle persone. In questo scenario, però, le compagnie rischiano di essere disintermediate, nel rapporto con i clienti, da operatori di altri settori. Dal punto di vista dei clienti, invece, l’Internet delle cose risponde all’esigenza sempre più diffusa di avere un’offerta integrata che consenta di soddisfare differenti bisogni». I numeri attesi sono in forte crescita. «Nel 2020 i dispositivi supereranno i trenta miliardi — sostiene Tedeschi — mentre le persone connesse raggiungeranno i cinque miliardi».

Il cambiamento è guidato dal mutato approccio dei consumatori. «In base a una nostra indagine l’83% dei clienti che sottoscrivono una polizza auto vuole una copertura basata sul reale comportamento alla guida — aggiunge Amato Della Vecchia, Managing director strategy insurance di Accenture —. I grandi operatori del digitale come Google, Amazon, Facebook e Alibaba, hanno abituato a una nuova modalità di acquisto, facile, sempre disponibile e non più legata al mondo fisico. I clienti desiderano un simile approccio anche da parte delle imprese assicuratrici: questo costituisce per loro una grande opportunità per aprire ulteriori fonti di ricavi, con nuovi servizi legati ai bisogni dei clienti. Al tradizionale mondo dell’auto si sostituisce quindi quello di mobilità; la casa non è più associata alla sola protezione dell’immobile ma anche all’accesso a servizi di domotica e risparmio energetico, mentre per la persona non si cerca solo la cura ma anche servizi legati alla qualità e allo stile di vita».

Il settore più all’avanguardia è quello dell’auto, in cui le polizze telematiche aumenteranno del 63% annuo a livello mondiale e del 23% in Italia, dove la loro diffusione è già importante. «Per quanto riguarda l’abitazione, invece, un cliente su quattro ha già in casa un dispositivo che permette di rilevare eventuali anomalie — sostiene Della Vecchia —. Polizze basate su queste tecnologie sono offerte da Aviva, Cardif, Groupama, Intesa Sanpaolo Assicura e Poste assicura, mentre altre compagnie hanno in programma di lanciarle. La loro penetrazione dovrebbe aumentare a un tasso annuo del 40%». Più indietro rispetto ad altri paesi è invece il settore salute.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.