Opinione della Settimana

Generali, quel legame con un chiacchierato ex golden boy tedesco

Lars Windhorst Imc

(di Manuel Costa – Milano Finanza)

L’ultimo grande party è stato in occasione dell’inaugurazione dei nuovi uffici londinesi della sua società, a Savile Row. «Lars organizza sempre grandi feste», è stato il commento di uno dei partecipanti, ripreso dal Financial Times in un ritratto in chiaroscuro dell’enigmatico finanziere tedesco Lars Windhorst (nella foto), titolare dell’investment company Sapinda, nel cui comitato consultivo siedono figure di primo piano come Lord Mandelson, Roland Berger e Hubertus von Grünberg (ex presidente di Abb), mentre, secondo quanto sostiene il quotidiano britannico, le Assicurazioni Generali sono uno dei suoi investitori istituzionali. Nonostante i nomi e le feste, secondo il Financial Times, il 39enne Windhorst ha ancora una lunga strada da fare prima di recuperare la reputazione persa in Germania. Dove, dopo essere stato considerato una sorta di giovane prodigio della finanza, ha inanellato il collasso di due sue società, ha subìto una bancarotta personale e ha rimediato una condanna penale, poi sospesa. Il tutto prima di compiere 34 anni.

Sei anni fa Windhorst si è trasferito a Londra. E in un mondo di bassi tassi d’interesse molti investitori sono disposti ad ascoltare chiunque abbia un’idea interessante, anche se il pedigree di chi la racconta non è eccelso. La sua Sapinda ha due strategie di investimento. Una è definibile come «special situations», in cui il finanziamento è coordinato con Anoa Capital, una società di intermediazione di cui Sapinda detiene il 10%. L’altra strategia è il lancio di start-up. Secondo quanto ricostruito dal Financial Times, gran parte del denaro che affluisce alle start-up è ottenuto in prestito a condizioni spesso relativamente onerose, anche per la storia movimentata di Windhorst. Numerose sono le movimentazioni di fondi tra vari veicoli off-shore di Windhorst e le imprese stesse, a volte coinvolgendo strutture inusuali che utilizzano obbligazioni convertibili, opzioni put e prestiti. Nonostante la sua reputazione, un gruppo di investitori blasonati ha comunque deciso di investire su Windhorst: appunto Generali, ma anche Legal and General, Janus Capital e Fidelity, nella speranza, sostiene il quotidiano britannico, di iniettare adrenalina al rendimento complessivo dei loro portafogli di investimenti.

Sapinda ha investito decine di milioni in settori oggi in difficoltà, come le miniere, il petrolio e il gas, la tecnologia e proprietà immobiliari in crisi finanziaria. Nel 2014 Sapinda Holding ha realizzato un utile netto di 187,1 milioni di euro. Per i suoi critici, sostiene l’Ft, il finanziere tedesco è un fantasista charmant che usa il denaro, i collegamenti e uno stile di vita stravagante per corteggiare gli investitori. Le sue sontuose feste ricordano quelle del Grande Gatsby. Windhorst ha dichiarato all’Ft di aver imparato dai suoi errori. «Voglio lavorare duro e guadagnare una reputazione come investitore e uomo d’affari rispettato». Nel suo ufficio campeggiano i modellini del suo jet privato e del suo yacht da 68 metri.

Uno dei mentori di Windhorst è il sudcoreano Seok Kim Ki, fino a poco tempo fa elencato su un sito di Sapinda come chief investment officer e responsabile della gestione del rischio. Il Financial Times ha scoperto che Kim è sotto inchiesta in Corea dal 2001 per aggiotaggio e da allora non ha fatto più ritorno in patria. L’affare che ha permesso a Windhorst di rifarsi è stato l’investimento in Grand City Properties, società che ha puntato forte su proprietà immobiliari tedesche distressed. La società, quotata nel 2012 con una valutazione di 150 milioni, ha una capitalizzazione attuale intorno ai 2,7 miliardi e il guadagno personale di Windhorst è calcolabile in 250 milioni di euro. Del portafoglio di start-up di Sapinda, tre operano nel settore delle materie prime, ora nel bel mezzo di una crisi: Sequa Petroleum, Amatheon Agri (progetti agricoli e alimentari in Africa sub-sahariana) e Ichor Coal, che si concentra sulla produzione di carbone in Sudafrica.

Sapinda Invest è la società di diritto lussemburghese quotata che negli ultimi due anni ha raccolto 1 miliardo sotto forma di finanziamenti. È qui che le Generali sono presenti, così come altri investitori del Medio Oriente, istituzioni e privati danarosi. La Sapinda Invest può acquisire fino al 10% di tutti gli investimenti di Sapinda. Agli investitori sono concesse profit partecipation notes, ossia titoli di partecipazione agli utili, che pagano il 5% d’interesse a una percentuale di ogni possibile profitto conseguito dall’affare. In passato Windhorst concedeva anche altre facilitazioni per convincere gli investitori, tra cui anche delle opzioni put, di rivendita allo stesso Windhorst a un prezzo prefissato qualora l’affare non fosse andato come previsto. Nel 2009 fu questa una delle ragioni che portarono all’insolvenza di Vatas, una partecipata di Sapinda che non era stata in grado di riacquistare l’opzione put su una società americana, la Track Group (allora denominata Rmdx and Secure Alert). In un’altra occasione è emerso che a un gestore di un fondo che aveva investito in un affare targato Sapinda era stato offerto privatamente di partecipare a un altro business dello stesso gruppo. Il primo investimento si rivelò non fruttifero, il secondo sì. Feste a parte, ora l’ex enfant prodige tedesco deve mostrare i risultati. «Vedrete, non è una storia che si costruisce in due anni. Ce ne vorranno cinque o dieci. E ho la pazienza e la persistenza necessaria», ha dichiarato al giornale inglese. Anche le Generali evidentemente lo sperano.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.