Opinione della Settimana

Bilancio Unipol, pioggia di profitti sulle cooperative di Bologna

Adriano Turrini (3) Imc

(di Enrico Miele – la Repubblica Bologna)

Ad Alleanza 3.0 assegno da 26 milioni

Il conto non è ancora in pareggio, ma il traguardo è vicino. Perche quello che le coop in questi anni hanno tirato fuori per sostenere Unipol, che ha inglobato le assicurazioni Fondiaria Sai, sta ritornando. E con gli interessi. Il bilancio in crescita del colosso assicurativo, presentato ieri (venerdì 12 febbraio, ndIMC), con tanto di rimbalzo del titolo a Piazza Affari, dove UnipolSai ha guadagnato oltre l’11%, si traduce in una pioggia di milioni per gli azionisti: su un maxi assegno da oltre 129 milioni, quasi la metà dei dividendi entrerà nelle casse dei big cooperativi. In testa la neonata Alleanza 3.0 che ha messo insieme Adriatica, Estense e Nordest e incasserà da sola una cedola di 26 milioni ( dopo quella da 20,8 ricevuta l’anno scorso ).

In fondo, se la nave ammiraglia va – in questo caso Unipol – i primi a beneficiarne sono quelli che non l’hanno abbandonata, neanche nei momenti di tempesta (finanziaria). La scommessa del mondo cooperativo, che per primo ha creduto nella possibilità che le assicurazioni “made in Bo” potessero scalare il mercato, sta rendendo come da programma. In via Stalingrado ci hanno sempre creduto, nonostante la crisi dei mercati prosegua e il panorama delle polizze auto non tiri più come un tempo. Da quando l’ad Carlo Cimbri e il presidente Pierluigi Stefanini hanno portato nel perimetro di “casa Unipol” l’ex galassia Fondiaria Sai, prestigiosa ma fiaccata dalla gestione della famiglia Ligresti, il gruppo ha iniziato a macinare profitti. Il piano industriale 2013-2015 si è tradotto in 1,2 miliardi di utili netti e 375 milioni di dividendi. «Risultati positivi», li ha definiti il manager, che si sono tradotti in assegni incassati dalle coop locali per un valore intorno ai 168 milioni. La fetta più grande tocca a loro, che controllano il gruppo col 45% delle azioni. Il 20,3% è in mano all’Alleanza dei supermercati. Ma dentro, seppur con quote minori – racchiuse nelle due holding Holmo e Finsoe – ci sono tutti i nomi di grido del mondo coop: da Manutencoop a Camst, passando per il Consorzio costruttori e Granarolo. Col presidente di Alleanza, Adriano Turrini (nella foto), che oggi guida anche Finsoe (società che in futuro potrebbe essere rottamata per far spazio ai singoli azionisti).

La compagnia post-fusione è la prima nel mercato italiano delle polizze Danni e tra le prime dieci d’Europa. Le sue assicurazioni valgono più di 16 miliardi di euro. E anche rami in passato meno floridi, come Unipol Banca, oggi non perdono più e hanno il patrimonio in sicurezza. Per mantenere il controllo su tutto questo le coop più volte hanno messo mano al portafoglio per sostenerne gli aumenti di capitale. L’ultima iniezione di liquidità degli azionisti dentro Finsoe è stata di 23 milioni (nel 2013). Aumento arrivato dopo quello da 300 milioni (2012), servito per la scalata Fonsai in cui la holding delle coop ha investito intorno al mezzo miliardo. Ma dal 2013 la musica è cambiata: ciò che è entrato in aumenti di capitale, bilancio dopo bilancio, ha intrapreso la strada del ritorno nelle tasche dei soci. Unipol, per dirla con Cimbri, «ha di fatto restituito agli azionisti quanto anticipato tre anni fa sotto forma di aumento di capitale».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.