Opinione della Settimana

«Il risparmio ora punta sui fondi pensione»

Andrea Tomat (3) Imc

(Fonte: L’Arena)

Incontro con Tomat, presidente di Solidarietà Veneto. Verona è fanalino di coda a livello regionale per numero di iscritti

Un popolo, come quello italiano, abituato a titoli di Stato dai rendimenti alti e pensioni garantite dall’Inps, è terribilmente in ritardo sul fronte dell’educazione finanziaria. Nello scenario attuale (con i Btp all’1% e le proiezioni degli enti previdenziali a dir poco cupe) la necessità di ricorrere alla previdenza complementare è però sempre più sentita e Andrea Tomat (nella foto), presidente del fondo Solidarietà Veneto (partecipato da Confindustria e sindacati su scala regionale), è stato ieri a Verona perché ritiene che la «cultura del risparmio» vada promossa facendo conoscere le opportunità in campo. Nato 25 anni fa nella Marca tra i lavoratori del distretto del legno, oggi Solidarietà Veneto gestisce quasi un miliardo di contributi volontari dei lavoratori regionali. Come sempre quando si parla di iniziative regionali, Verona è fanalino di coda: i 50mila iscritti risiedono per il 30% a Vicenza, per il 27% a Treviso, poi a Padova, Belluno e Venezia e solo per il 4% a Verona.

Un ritardo che non sorprende Tomat: «Una scelta importante come quella della previdenza complementare», dice il patròn della Lotto Sport, «si diffonde per prossimità, perché richiede fiducia; è molto utile il passaparola perciò ci vuole tempo. A Verona siamo presenti in Ferroli, Riello, lo eravamo in Riva Acciaio, in generale abbiamo più presa nel metalmeccanico, ma gli spazi di crescita sono enormi». Il fondo infatti non ha barriere settoriali: «I nostri concorrenti diretti», spiega il direttore Paolo Stefan, «sono da un lato i grandi fondi di categoria nazionali, dall’altro i privati». Come sottolinea Emiliano Galati, segretario regionale della Felsa Cisl (il sindacato dei lavoratori atipici): «Solidarietà Veneto è aperto anche a partite Iva, collaboratori e somministrati. Solo le ultime due categorie a Verona valgono 14mila lavoratori, un numero consistente ma con un livello di conoscenza di queste tematiche molto basso».

Tomat è però convinto che la musica stia cambiando: «Da quando l’Inps invia il foglio arancione con le previsioni sulla pensione futura, l’interesse per la previdenza complementare è molto cresciuto». Per il direttore Stefan i vantaggi del fondo sono chiari: «Rispetto ai grandi fondi nazionali», osserva, «noi assicuriamo la prossimità, che è un valore importante perché col passare degli anni si arriva a conferire anche più di 100mila euro, e a quel punto non ci si accontenta di un call center».

Rispetto ai privati, che sono presenti sul territorio, Solidarietà Veneto ha invece minori costi: «Noi non dobbiamo guadagnare», spiega il dirigente, «e anche il consiglio svolge le mansioni a titolo gratuito». Per far capire cosa possa ottenere un lavoratore che decida di aderire al progetto, l’esempio che viene fatto è quello di un dipendente che versa contributi da 2.500 euro all’anno per 40 anni: la massa versata sarà di 100mila euro, che a un rendimento medio del 3% diventano 200mila euro di montante, generando 12mila euro all’anno di pensione complementare. «Se però si iscrivono i figli», conclude Tomat, «gli anni di contributi si allungano, e si può partire con somme molto più basse».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.