News

Prudential, utili in rialzo nel 2015

Prudential - Ingresso quartier generale Londra (Foto David Parry) Imc

Il gruppo assicurativo britannico chiude l’esercizio con l’utile operativo che supera quota 4 miliardi di sterline (+26%) e con un rialzo del 16% a 2,58 miliardi di sterline per l’utile netto attribuibile agli azionisti. In progresso anche ricavi e utili della nuova produzione: +21% a 5,6 miliardi di sterline per i volumi in termini di APE (Annual Premium Equivalent, la base premi utilizzata nel calcolo del valore della nuova produzione vita) e +24% a 2,62 miliardi di sterline per gli utili. Il dividendo in distribuzione si incrementa del 5% a 38,78 pence per azione. Previsto anche un dividendo straordinario di 10 pence

Risultati superiori alle attese degli analisti nel consuntivo 2015 del gruppo assicurativo britannico Prudential. L’utile operativo ha superato quota 4 miliardi di sterline, in progresso del 26% (+22% a cambi costanti) grazie agli ottimi risultati ottenuti dalle attività in Asia ed anche dal comparto Vita sul mercato domestico. L’utile netto attribuibile agli azionisti sale del 16% a 2,58 miliardi di sterline.

“Continuiamo a registrare una crescita dei nostri principali indicatori nonostante nonostante l’incertezza macroeconomica e lo scenario sfidante dei persistenti bassi tassi di interesse a lungo termine”, ha affermato il CEO Mike Wells presentando i risultati del maggiore gruppo assicurativo britannico per capitalizzazione. Ottimi riscontri sono arrivati anche dai ricavi e dagli utili della nuova produzione: i volumi in termini di APE sono cresciuti del 21% a 5,6 miliardi di sterline (con le attività asiatiche che hanno contribuito per oltre il 50%) e gli utili hanno segnato un progresso del 24% a 2,62 miliardi di sterline. In incremento anche l’indicatore patrimoniale elaborato secondo i criteri di Solvency II: +3 punti percentuali a 193%.

Il gruppo ha inoltre deciso di distribuire un dividendo straordinario di 10 pence per azione che si somma al dividendo ordinario di 38,78 pence per azione (+5% rispetto al 2014) girato agli azionisti nel corso del 2015.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Usa: maggiore propensione al rischio e ad asset private da parte delle compagnie

La grande maggioranza dei manager intervistati da Conning prevede di allocare più del 10% del…
Leggi di più
EsteroNews

Argentina: il blocco all’accesso della valuta estera può compromettere il ricorso alla riassicurazione per le compagnie locali

Gli assicuratori del paese rischiano addirittura l’insolvenza se dovesse permanere il…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: prezzi dell’rc auto all’insù dell’8% nell’ultimo trimestre 2022

Secondo ABI (Association of British Insurers), l’associazione degli assicuratori britannici il…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.