Opinione della Settimana

Sugli sconti Rc auto torna la flessibilità per le compagnie

Rc Auto - Tariffe (3) Imc(di Carmine Fotina – Quotidiano del Diritto)

Ddl concorrenza, gli emendamenti del Senato. Polizze su mutui e crediti al consumo a scelta libera

Gli sconti Rc auto previsti quando l’automobilista accetta particolari clausole non saranno più automatici, cioè prefissati dall’Ivass con una soglia minima, ma dovranno essere genericamente «significativi» e determinati dalle compagnie assicurative sulla base di alcuni criteri. È un dietrofront quello contenuto in un emendamento dei relatori – Salvatore Tomaselli (Pd) e Luigi Marino (Ap) -al disegno di legge concorrenza all’esame della commissione Industria del Senato.

Gli sconti – legati all’installazione della scatola nera, all’ispezione dell’auto o a sistemi che impediscono l’avvio a fronte di un tasso alcolemico eccessivo – dovrebbero essere definiti dalle compagnie in misura «significativa» in base a un regolamento Ivass da emanare entro quattro mesi dall’entrata in vigore della legge. L’emendamento, concordato da maggioranza e governo, sarà con tutta probabilità approvato. La versione attuale del testo dice invece che lo sconto non può essere inferiore a una percentuale «determinata» dall’Ivass.

Non solo. Lo stesso spostamento decisionale, dall’Ivass alle compagnie, riguarda le condizioni di favore da destinare agli automobilisti del Sud “virtuosi”. L’Ivass dovrebbe stilare una lista delle province col tasso di incidenti più basso e premio medio più alto e i criteri per uno sconto «aggiuntivo e significativo» a favore degli assicurati di queste aree che non abbiano provocato incidenti negli ultimi quattro anni (la precedente versione parlava di cinque anni) e abbiano installato la scatola nera. Ben diversa la formulazione originaria, in base alla quale lo sconto Ivass doveva parificare la tariffa dei guidatori virtuosi del Sud a quella media applicabile a un assicurato con la stessa classe in altre zone. Lo stesso emendamento dei relatori raddoppia le sanzioni previste per le compagnie inadempienti, per cui il minimo dovrebbe essere di 10mila euro e il massimo di 80mila.

In tema di assicurazioni, va sicuramente annotata anche l’approvazione di un emendamento parlamentare (Pd-Ap). In sostanza, i consumatori avranno la libertà di scegliere la polizza assicurativa (purché abbia alcuni contenuti minimi) da abbinare all’erogazione del mutuo o del credito al consumo da parte della banca, nel caso in cui le due cose siano vincolate. Inoltre, se si accetta una polizza proposta dalla banca, si potrà recedere entro 60 giorni senza perdere il finanziamento.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.